75 anni dalla Liberazione: Loreto e la Polonia unite nella riconoscenza

Due appuntamenti di grande significato storico e civile: una grande mostra e un incontro con le istituzioni polacche

Il sindaco inaugura la mostra
Il sindaco inaugura la mostra

LORETO – Loreto ricorda il 75esimo anniversario della Liberazione con due appuntamenti di grande significato storico e civile. Il primo è la mostra di materiale militare (uniformi, elmetti, simulacri di armi) e di riproduzioni di foto d’epoca che possono essere ammirate nel Museo storico Aeronautico in corso Boccalini. L’esposizione appena inaugurata è curata da Massimo Ossidi, presidente dell’Accademia di Oplologia e militaria di Ancona. Il secondo evento è stato celebrato al cimitero di guerra polacco con la Messa in suffragio dei soldati del secondo corpo di Armata polacco caduti sul fronte adriatico. Alla cerimonia hanno partecipato rappresentanti istituzionali arrivati da Varsavia e alcuni superstiti delle divisioni militari.

«Tutti noi abbiamo un debito di riconoscenza verso chi, con il loro sacrificio, al termine di una sanguinosa guerra, ha guadagnato all’Europa il più lungo periodo di pace, democrazia e prosperità – ha detto il sindaco Paolo Niccoletti –. In particolare Loreto è molto legata ai giovani del secondo corpo d’armata che liberarono le Marche e la città e che ora sono sepolti al cimitero polacco, situato proprio ai piedi della basilica della Santa Casa».