Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Villa Potenza, mancata precedenza alla rotonda. Accoltellato un uomo. Preso l’aggressore

Stando alle prime ricostruzioni due automobilisti hanno iniziato una lite. Il conducente di una delle due vetture ha poi tirato fuori un coltello. Sul posto il 118, la Polizia locale e la Scientifica

La Polizia locale sul posto a Villa Potenza

MACERATA – Lite tra due automobilisti finisce con un accoltellamento: le celeri indagini condotte dalla polizia permettono di individuare l’aggressore che era fuggito.

È successo oggi pomeriggio (14 gennaio), alle 15:30, nei pressi della rotatoria di Villa Potenza, all’intersezione tra la strada provinciale 77 e la provinciale 181.
Due automobilisti, a causa di una manovra scorretta di uno dei due, hanno accostato a bordo strada i rispettivi veicoli e hanno dato il via a una lite.
Uno dei due, un cittadino macedone di 45 anni ha poi estratto un coltello e ha colpito l’altro automobilista, un 20enne di Montecassiano, all’addome, provocandogli una profonda ferita. Dopo l’aggressione, il cittadino straniero è fuggito.

Il coltello sequestrato

Il ferito, in una pozza di sangue, è stato subito soccorso da una Volante della Polizia e dagli uomini del 118 per poi essere trasferito al pronto soccorso del nosocomio del capoluogo dorico: non è in pericolo di vita. 25 i giorni di prognosi.

Gli uomini della Squadra Mobile e della Volante hanno subito raccolto le testimonianze dei cittadini e degli automobilisti che avevano assistito alla scena e hanno visionato le telecamere di videosorveglianza posizionate all’incrocio.
La vettura dell’uomo, fuggita a folle velocità verso il centro della città, è stata subito identificata e gli uomini della Squadra Mobile, coordinati dalla dottoressa Maria Raffaella Abbate, e quelli della Polizia locale, guidati dal comandante Danilo Doria, hanno rastrellato le vie della città e quelle periferiche.

Gli uomini in divisa, identificato l’aggressore, hanno raggiunto la sua abitazione. Il macedone, dopo aver notato la presenza della polizia, ha chiamato il suo avvocato e si è consegnato agli uffici della polizia locale dove, ad attenderlo, c’erano anche gli agenti della Questura.
Le indagini sono ancora in corso per accertare l’esatta dinamica dei fatti.