Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Università di Camerino, un evento online per rilanciare l’economia delle Marche

Il 26 novembre, collegandosi al sito dell'ateneo, è possibile partecipare all'iniziativa "Le nuove Marche" e al dibattito che vede, tra i vari ospiti, l'architetto-urbanista Stefano Boeri e la filosofa Maura Gancitano

Camerino
Camerino (Foto da Pixabay)

CAMERINO – L’Università di Camerino in collaborazione con l’Associazione Italiana Giovani Innovatori (Angi) e The Next Stop, un pool di esperti e manager della cultura e dell’innovazione provenienti da tutta Italia, lancerà il 26 novembre alle ore 15 un ricco palinsesto di eventi online per contribuire al dibattito sul rilancio della nostra economia regionale. “Le Nuove Marche” è il titolo dell’iniziativa: sarà un percorso a tappe dove verranno raccontati i nuovi scenari di produzione culturale mirati alla divulgazione di competenze tecniche nei settori più attuali del mondo dell’innovazione.

Nell’evento di presentazione di giovedì 26 novembre, che sarà possibile seguire collegandosi al link disponibile nel sito www.unicam.it, ci saranno tre tavoli di confronto, sui temi della ripartenza dal territorio, della cultura come strategia di sviluppo e dell’impresa tra innovazione e tradizione, con ospiti illustri del panorama nazionale. Tra questi: l’architetto-urbanista Stefano Boeri, il commissario straordinario del Governo per la Ricostruzione Sisma 2016 Giovanni Legnini, il direttore esecutivo ENIT Giovanni Bastianelli, la filosofa ed esperta di comunicazione culturale Maura Gancitano e il presidente dell’Associazione Nazionale Giovani Imprenditori Gabriele Ferrieri. Accanto a loro, docenti Unicam, rappresentanti degli enti locali, delle associazioni di categoria e del mondo imprenditoriale.

Il format è stato pensato come uno spazio per l’incontro delle forze creative e produttive del territorio marchigiano, dove poter creare momenti di riflessione, definire scenari, strategie e avviare progetti sul tema dell’innovazione, del rilancio dell’impresa e della valorizzazione del territorio.

«L’Università di Camerino – ha sottolineato il rettore Claudio Pettinari – sta realizzando da tempo una serie di attività per interagire direttamente con la società, seguendo lo spirito e lo scopo di quella che viene definita la terza missione delle università. Dal trasferimento tecnologico al public engagement, dalle iniziative di start up per favorire l’occupazione e l’imprenditorialità giovanile alla creazione di spin off e brevetti: è quanto Unicam sta mettendo in campo per rispondere prontamente e nel migliore dei modi a quanto richiesto dalla società civile. Iniziative come questa che presenteremo il prossimo 26 novembre seguono proprio tale direzione, realizzando gli obiettivi prefissati anche nel Piano Strategico di Ateneo, per uno sviluppo sinergico dell’intero territorio».