Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Tubercolosi a Monte San Giusto. Il sindaco Gentili: «Fiducia nella sanità e stop agli allarmismi»

Si è svolto un incontro presso l'istituto scolastico. Si attende di conoscere l’esito degli altri 200 casi analizzati che arriverà fra qualche giorno. Al via la sanificazione dei locali

La scuola "Lorenzo Lotto" e il sindaco Andrea Gentili

MONTE SAN GIUSTO – Ieri sera, alla scuola media “Lorenzo Lotto” di Monte San Giusto è stato convocato un Consiglio di istituto straordinario dal Dirigente scolastico Edoardo Iacucci, allargato anche al sindaco Andrea Gentili e ai rappresentanti di classe dell’intera scuola. Un’ora e mezza circa di confronto al quale hanno preso parte una sessantina di persone e durante il quale si sono discussi tutti gli aggiornamenti in merito al caso di tubercolosi registrato a scuola lo scorso 8 gennaio e tutte le iniziative messe in campo del personale medico del Dipartimento di Prevenzione dell’Area Vasta 3.

Un incontro che è servito anche «per fermare le polemiche – spiega il primo cittadino – dato che nei giorni scorsi si sono verificati degli attacchi poco rispettosi nei confronti delle autorità e del dirigente».

«Durante la serata sono state ripercorse tutte le misure adottate in termini di profilassi alla luce dei due alunni positivi al test Mantoux (su cinquanta esaminati fino a ora) – ha continuato il sindaco Gentili -. Una positività che, come spiegato in precedenza, indica che il sistema immunitario è già venuto a contatto con il batterio della tubercolosi ma non è indice della presenza di malattia». Si attende ora di conoscere l’esito degli altri 200 casi analizzati che arriverà la prossima settimana.

«Come ho ribadito ieri durante l’incontro, voglio ringraziare la sanità che molto spesso viene criticata e in particolare il direttore dell’Area Vasta 3 Alessandro Maccioni – ha continuato Gentili -. Qui è stata messa in campo una vera e propria macchina operativa che nel minor tempo possibile, come avevo disposto in accordo con il dottor Alberto Tibaldi, ha eseguito il test su tutte le persone che frequentano o lavorano nell’istituto».

«Capisco la paura delle mamme ma nessuno dovrebbe improvvisarsi medico o dottore e scrivere ciò che vuole sui social – ha sottolineato il sindaco -. Bisogna invece avere fiducia nel sistema sanitario e stare alla larga dall’eccesso e dall’allarmismo. Dobbiamo remare tutti verso la stessa direzione perché la situazione è sotto controllo e così facendo facciamo solo un danno ai bambini. Al di là dell’amore, dell’affetto e della sensibilità infatti, il sindaco e il dirigente, oltre ai genitori, hanno anche una responsabilità nei confronti degli studenti».

Il primo cittadino ha specificato che gli incontri si ripeteranno anche nei prossimi giorni per dare la possibilità ai genitori di fare la maggiore chiarezza possibile.

Oltre al caso di tubercolosi, si stanno monitorando anche due casi di scabbia: uno registratosi nella scuola dell’infanzia e uno in una classe delle elementari. «Lunedì verranno eseguiti i test su tutti i bambini della scuola dell’infanzia e sugli studenti della classe elementare in cui si è verificato il caso – spiega Gentili -. Nella riunione di giovedì inoltre, ho deciso di mia iniziativa di far sanificare tutti i locali degli istituti del territorio nonostante i medici abbiano assicurato che non ce ne fosse bisogno. Oggi e domani infatti, proprio per non far perdere le lezioni ai ragazzi, opereremo nel complesso della scuola dell’infanzia “Campiglia”, alla scuola primaria “Lorenzo Lotto” e alla primaria “Falcone e Borsellino” oltre che nella palestra».