Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Tolentino, trasporto irregolare di rifiuti speciali: denunciate 4 persone

Operazione dei carabinieri insieme ai Forestali di Abbadia di Fiastra nei pressi di un'azienda di smaltimento. Elevate multe per 12.800 euro

TOLENTINO – Quattro persone denunciate e 12.800 euro di multa per inosservanza delle norme contenute nel Codice dell’ambiente. Questo il bilancio dell’attività dei Carabinieri di Tolentino, svolta ieri – 28 settembre – insieme ai Forestali di Abbadia di Fiastra, nei pressi di un’impresa di smaltimento rifiuti nel comune di Tolentino, che ha consentito di far emergere varie irregolarità sia nel trasporto, sia nella documentazione autorizzativa che deve accompagnare i rifiuti speciali, contestate a quattro ditte operanti nel settore edile.

Multati per trasporto di rifiuti speciali non pericolosi in assenza del formulario di identificazione i conducenti dei mezzi fermati e le rispettive aziende obbligate in solido. I controlli sono stati effettuati nel corso di specifici e mirati servizi disposti nell’ambito della campagna di controllo del trasporto rifiuti su strada, promossa dal Comando Generale dell’Arma.

I militari della Compagnia di Tolentino e i Forestali di Abbadia di Fiastra hanno così denunciato quattro persone per reati che prevedono responsabilità legate all’inosservanza delle prescrizioni contenute nelle autorizzazioni necessarie a coloro che effettuino attività di raccolta, trasporto, recupero smaltimento e commercio di rifiuti (articolo 256 del Codice dell’ambiente). La stessa norma sanziona chi operi nel settore in carenza dei requisiti o delle condizioni richieste nell’iscrizione all’Albo nazionale gestori ambientali.

La campagna, svolta dai carabinieri in stretta sinergia con i reparti specializzati dell’organizzazione forestale, mira a prevenire e reprimere la filiera di reati ambientali che includono, tra gli altri, gestione e trasporto non autorizzati di rifiuti pericolosi e non, e possono essere commessi da imprese produttrici, trasportatori e da società che gestiscono impianti di conferimento/riversamento di rifiuti, con rischi seri in termini di inquinamento ambientale.