Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Aveva tentato un furto in un appartamento a Tolentino, in carcere un albanese 28enne

Deve scontare una pena residua di poco più di due anni e mezzo. Il fatto risale alla mattina del 18 settembre scorso, a metterlo in fuga era stata la proprietaria, una donna di 70 anni

TOLENTINO – Era il 18 settembre scorso quando aveva tentato di introdursi in un appartamento ma la proprietaria, una 70enne che in quel momento era impegnata nelle pulizie di casa, aveva sentito un rumore provenire dalla camera da letto e si era trovata faccia a faccia con il ladro. Le sue urla lo avevano fatto scappare, ma il comandante della Stazione carabinieri di Loro Piceno, che in quel momento si trovava casualmente in zona (fuori servizio), lo aveva inseguito allertando i colleghi e, con il supporto dei militari dell’Aliquota radiomobile, una volta raggiunto lo aveva arrestato.

Giovedì scorso l’autore del tentato furto, un albanese di 28 anni, è stato condotto dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Tolentino al carcere di Fermo, eseguendo così l’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Macerata. Il giovane era già stato condannato per furto e resistenza a pubblico ufficiale commessi negli anni precedenti, per il tentato furto del 18 settembre scorso aveva patteggiato la pena di un anno e tre mesi senza la sospensione condizionale della pena. L’uomo, che già si trovava agli arresti domiciliari, è stato quindi tradotto al carcere fermano, dove dovrà scontare la pena residua di 2 anni, 6 mesi e 28 giorni di reclusione.

La stessa notte i carabinieri dell’Aliquota radiomobile hanno denunciato all’autorità giudiziaria un ragazzo trovato alla guida della propria auto in evidente stato di alterazione da abuso di alcol. Al momento del controllo il giovane si è rifiutato di sottoporsi all’alcoltest, oltre al reato penale in questo caso è previsto il ritiro della patente di guida.