Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Scuole a Macerata, non solo manutenzioni ordinarie: «Entro settembre un piano di nuove costruzioni»

Il punto dell'assessore Andrea Marchiori in consiglio comunale. «I nostri uffici non sono stati fermi, ma oltre all'ordinario un'amministrazione deve programmare e avere una visione complessiva della città»

MACERATA – Attenzione al presente con le manutenzioni ordinarie che vengono cadenzate mensilmente da una parte e programmazione a lungo termine per la costruzione di nuove scuole per andare a rinnovare “il parco” cittadino oramai piuttosto datato, dall’altra. Si muove su un doppio binario il lavoro che sta portando avanti l’amministrazione in tema di edilizia scolastica. A fare il punto è stato l’assessore ai Lavori pubblici, Andrea Marchiori, rispondendo ieri in consiglio comunale all’interrogazione presentata dal consigliere David Miliozzi (Macerata Insieme) sulla sicurezza delle strutture scolastiche alle luce delle segnalazioni fatte da alcune famiglie e dalle scuole stesse su problemi a infissi, porte, vetri rotti e scarsa manutenzione degli spazi verdi.

«In questi primi sei mesi dell’anno abbiamo effettuato diversi interventi – ha precisato l’assessore Marchiori – perché non vorrei che passi l’idea che i nostri uffici sono inattivi. L’ordinaria manutenzione è un dovere di ogni amministrazione ed è un preciso impegno del nostro personale. Poi certamente non tutte le richieste possono essere soddisfatte nell’immediatezza, ma cerchiamo di farlo in tempi ragionevoli».

Tra gli interventi effettuati in questi mesi ci sono a riparazione del bagno, il ripristino della cappa di aspirazione e il montaggio dei campanelli eterni all’asilo “Gianburrasca”, la sistemazione della rete, delle tapparelle degli accessori del bagno e la sostituzione della soglia di marmo alla scuola “Fermi”, l’installazione del cappotto termico, la sostituzione delle tapparelle e la sistemazione della soglia sulla porta di uscita di emergenza alla scuola di Sforzacosta, la sistemazione delle tapparelle rotte, la tinteggiatura della cucina e della dispensa e la messa in sicurezza di un vetro rotto alla scuola di Villa Potenza, la tinteggiatura della cucina e della dispensa alla scuola di via Panfilo.

La vera novità, però, riguarderebbe i prossimi mesi, visto che l’assessore Marchiori ha parlato di un piano «per l’adeguamento sismico e la costruzione di nuove scuole, con un cronoprogramma dettagliato e interamente coperto dalle risorse, che verrà presentato entro settembre e coprirà gli anni 2021-2026, perché credo sia un dovere di un’amministrazione programmare e avere una visione complessiva della città. Nel 2027 – ha aggiunto – chi amministrerà potrà dire che la nostra edilizia scolastica non risale più agli anni Settanta e Ottanta, ma al 2021 o 2022 e questo farà sì che, per i prossimi 30 o 40 anni, i nostri ragazzi potranno godere di spazi idonei e impianti conformi».

© riproduzione riservata