Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Macerata, Sciapichetti nuovo segretario provinciale del Pd: «Riorganizzazione dei circoli e rinnovamento»

L'ex assessore regionale, nel voto nei circoli, si è imposto sul sindaco di Montecassiano, Leonardo Catena. Domenica il congresso

Angelo Sciapichetti del Pd

MACERATA – L’ex assessore regionale Angelo Sciapichetti sarà il nuovo segretario provinciale del Pd. L’investitura ufficiale arriverà solo domenica (12 dicembre) nel corso del congresso, ma con la chiusura delle votazioni nei 32 circoli della provincia gli iscritti hanno già dato il loro responso. Sciapichetti si è imposto con il 63,5% dei delegati rispetto al 36,5% del suo competitor Leonardo Catena, sindaco di Montecassiano. Sciapichetti, quindi, potrà contare su 54 delegati eletti, contro i 31 di Catena.

Decisivo il voto di Macerata, dove su 98 votanti, 16 hanno scelto la mozione di Catena e 82 quella di Sciapichetti che quindi, è riuscito a ottenere 11 dei 12 delegati da eleggere. Un sistema di voto non proporzionale che ha privilegiato Sciapichetti, perché andando a guardare i singoli voti, il partito risulta piuttosto spaccato a metà, perché su 762 votanti 405 hanno scelto l’ex assessore e 357, invece, Catena. E ora, dopo il congresso di domenica, il primo obiettivo sarà ricostruire l’unità per poi andare a riprendere il confronto con i cittadini.

«Nel Pd saremo accesi e non ci risparmiamo nei battibecchi, ma siamo l’unico partito che si confronta – ha commentato Sciapichetti -. Sappiamo che c’è molto da fare, ma siamo pronti a partire dalla riorganizzazione dei circoli e dal rinnovamento che abbiamo già dimostrato con l’elezione dei segretari comunali. Nei tre maggiori circoli, Macerata, Civitanova e Recanati, abbiamo eletto donne come segretarie, il circolo di Tolentino ha scelto un 23enne, i segretari di Camerino e Castelraimondo non arrivano a 30 anni, quindi, il rinnovamento è partito dalla base. Ora dobbiamo continuare su questa strada. Altro passo sarà tornare a parlare con le persone, per affrontare i veri problemi».