Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

San Severino, minacce e rissa all’interno di un locale: scatta il Daspo urbano per quattro persone

I Carabinieri hanno denunciato tre uomini e una donna, già noti alle forze dell'ordine. In preda ai fumi dell'alcol, uno di loro ha anche tentato di investire un altro con un furgone

carabinieri

SAN SEVERINO – Urla, minacce e poi la rissa tra un gruppo di persone in preda ai fumi dell’alcol. Ma non è bastato perché uno di loro ha pensato bene di mettersi alla guida di un furgone e tentare di investire un altro del gruppo. Per tutti e quattro è scattato il Daspo urbano.

Protagonisti della vicenda tre uomini e una donna, già noti alle forze dell’ordine, che hanno dato in escandescenze lo scorso maggio all’interno di un locale di San Severino, tanto da rendere necessario l’intervento dei Carabinieri.

I quattro, visibilmente ubriachi, avevano iniziato a litigare e a minacciarsi a vicenda e una volta fuori dal locale uno di loro si è messo alla guida di un furgone e ha tentato di investire un altro. Una manovra maldestra che, fortunatamente, si è conclusa senza conseguenze. I quattro, inoltre, erano anche senza mascherina, in palese violazione delle norme anti-Covid.

All’arrivo dei Carabinieri della stazione di San Severino i quattro sono stati identificati e denunciati, ma i militari hanno anche raccolto tutti gli elementi per richiedere il Daspo urbano, che è stato poi concesso dal questore di Macerata. Per i quattro, quindi, è scattato anche il divieto di frequentare per un anno non solo il locale dove è venuta la rissa, ma anche altri cinque esercizi pubblici lungo la stessa via.