Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Salvini alla prima dello Sferisterio. Il sindaco: «Macerata rappresenta un modello virtuoso»

Il leader della Lega sarà prima in piazza per raccogliere le firme per la proposta di referendum sulla giustizia, quindi allo Sferisterio per assistere alla prima dell'Aida

Insieme al sindaco Sandro Parcaroli

MACERATA – Il leader della Lega Matteo Salvini torna a Macerata per un doppio appuntamento, prima politico e poi di divertimento. Dopo essere passato a festeggiare il sindaco Sandro Parcaroli al suo insediamento in Comune nel settembre scorso, Salvini sarà ancora a Macerata venerdì (23 luglio) a partire dalle 19 per raccogliere personalmente le firme sul “Referendum giustizia” al gazebo che verrà allestito in piazza della Libertà e, poi alle 21, scenderà allo Sferisterio per assistere alla prima dell’Aida che aprirà la stagione del centenario del Macerata Opera Festival.

«L’amministrazione Parcaroli conferma il binomio Lega-buona politica – dichiarano il commissario della Lega Marche Riccardo Augusto Marchetti e i consiglieri regionali del Maceratese, Renzo Marinelli e Anna Menghi – in questi mesi Macerata sta progressivamente rinascendo grazie a interventi attesi da anni. La presenza di Matteo Salvini sottolinea come la città rappresenti, anche in tema di legge e cultura, un modello virtuoso dove la qualità dei progetti e della loro gestione fanno la differenza. Basta pensare che la raccolta firme con ospite il nostro segretario federale si svolgerà proprio nella città dove lo studio della giurisprudenza ha mosso i primi passi nel 1290 e il cui simbolo, lo Sferisterio, è un‘icona dell’Italia nel mondo».

«Siamo felici di poter ospitare nuovamente in città, questa volta per la prima di Aida, il leader della Lega Matteo Salvini – aggiunge il sindaco Parcaroli -. La sua presenza sottolinea come Macerata rappresenti un modello virtuoso dove la qualità dei progetti e le iniziative proposte in occasione del centenario allo Sferisterio fanno la differenza».

Ancora de confermare, invece, la presenza del vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani e del ministro Luciana Lamorgese. Non sarà, invece, presente per precedenti impegni il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha voluto inviare al Macerata Opera Festival una medaglia di riconoscimento.