Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Recanati, all’Orto sul Colle dell’Infinito “Viaggio al termine della notte” con Elio Germano e Teho Teardo

Lo spettacolo teatrale propone una rilettura in chiave contemporanea del capolavoro di Louis-Ferdinand Céline, in una versione completamente rinnovata nelle musiche e nei testi

RECANATI – Fiore all’occhiello di questa edizione delle Sere FAI d’Estate all’Orto sul Colle dell’Infinito, Bene del FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano a Recanati(info e calendario completo su www.serefai.it), mercoledì 27 luglio alle ore 21 andrà in scena Viaggio al termine della notte, spettacolo teatrale di e con Elio Germano e Teho Teardo, che propongono una rilettura in chiave contemporanea del capolavoro di Louis-Ferdinand Céline, in una versione completamente rinnovata nelle musiche e nei testi.

Elio Germano

Avvalendosi della straordinaria sensibilità interpretativa di Germano – il giovane favoloso della celebre pellicola di Mario Martone dedicata alla vita di Giacomo Leopardi – Teardo ripercorre alcuni frammenti del Viaggio restituendo, in una partitura musicale inedita, la disperazione grottesca del romanzo, che qui ritrova nuove dinamiche espressive nella combinazione strumentale, con Laura Bisceglia al violoncello, Ambra Chiara Michelangeli alla viola, Elena De Stabile al violino e Teardo alla chitarra e alla live electronics.

Una fusione di sonorità cameristiche che guardano a un futuro tecnologico, in un succedersi di eventi sonori e verbali in cui la voce umana esce dalla sua dimensione fino a divenire suono. Ed è in quel suono che emergono nuove prospettive sugli orrori della guerra mondiale che travolge le relazioni tra gli uomini quanto tra i continenti; il pessimismo sulla natura umana, sulla società e le sue istituzioni, nonché sulla vita in generale diventa inconsolabile, fino a escludere qualsiasi speranza nei confronti del consorzio umano. La scenografia quasi assente e il palco scarno, immerso nel buio, lasciano spazio a una partitura musicale “impressionista” che diventa essa stessa narrazione, per farsi interprete del genio di Céline.

Conosciutisi sul set de Il passato è una terra straniera di Daniele Vicari, Elio Germano e Teho Teardo sono legati da una sincera amicizia e da una solida affinità artistica. Hanno deciso di mettere in piedi Viaggio al termine della notte in occasione di un Festival al Palaexpo, in cui gli fu chiesto un intervento su un testo. Quello che doveva essere un singolo episodio è diventato invece una tournée che a distanza di anni non si è mai conclusa.