Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Recanati, l’Associazione Operatori Turistici ha un nuovo presidente: è Adriana Pierini

«Dobbiamo “cogliere” questa drammatica esperienza della pandemia e cercare di veicolare le persone per far sì che vengano qui a vedere le nostre bellezze» ha detto il neo presidente

Adriana Pierini, presidente dell'Associazione Operatori Turistici di Recanati

RECANATI – Adriana Pierini è il nuovo presidente dell’Associazione Operatori Turistici di Recanati. La sua elezione è avvenuta giovedì, 11 giugno: la Pierini sarà a capo dei 60 operatori tra albergatori, ristoratori, bar, pizzerie e aziende della Città dell’Infinito per ridisegnare la strada verso la promozione turistica del territorio recanatese.

«È un’associazione di cui il Comune è socio e che rinasce con una presidente di lunga esperienza nel settore e un Consiglio direttivo forte e motivato – ha detto il sindaco Antonio Bravi –. L’associazione è pronta a lavorare unita per la valorizzazione di tutte le potenzialità attrattive delle varie zone del territorio recanatese».

A rappresentare l’Amministrazione comunale nell’associazione ci sarà l’assessore alla cultura e al turismo Rita Soccio. «Sono molto soddisfatta delle scelte operate dall’Associazione Operatori Turistici di Recanati – ha sottolineato -. Adriana Pierini ha ampiamente dimostrato negli anni le sue notevoli capacità nel settore con importanti azioni di promozione e marketing territoriale. Alle porte di una stagione estiva difficile ripartiamo dalla cultura e dal turismo con una rete partecipata e unita più che mai, forti della consapevolezza di poter offrire un turismo sostenibile ricco di possibilità e capace di soddisfare le esigenze di oggi, in armonia con l’ambiente e le culture locali».

Stephany Sammet del Gallery Hotel è il vice presidente dell’associazione, Massimiliano Zaccari della Pizzeria “Il Diamante” sarà il tesoriere mentre la segreteria è stata affidata a Manuela Benedettucci, istruttore amministrativo presso l’Ufficio cultura e turismo del comune di Recanati. Sono poi stati nominati revisori dei conti Emilio Romoli del B&B “A casa di Paola”, Mario Tanoni del B&B “In Principio Vitae”, Franca Gibellini del B&B “Erbaiuola”, Daniele Gatti Venturini del B&B “Il Bardo”, Francesca Sabbatini de “Le finestre del Borgo” e Lidia Sagni del ristorante “Osteria Leopardi”. Il Collegio dei Probiviri è formato da Gabriella Gabrielloni dell’agriturismo “Al Crepuscolo” e Andrea Palmieri dell’omonimo ristorante.

«Ho accettato con piacere questa carica dove posso mettere a frutto la mia esperienza nella promozione turistica – ha detto il neo presidente Pierini -. L’obiettivo dell’associazione è quello di far conoscere il nostro vasto territorio, nelle sue differenti peculiarità, dalla bellezza paesaggistica della campagna, alle tipicità eno-gastronomiche delle numerose aziende produttrici di Recanati, con la creazione di percorsi turistici, a piedi, in bicicletta e a cavallo che possano valorizzare l’interezza del territorio».

«Sono una ex dipendente comunale e per 25 anni ho seguito tutti i Consigli comunali e le vicende della città – ha aggiunto Pierini -. Nel 2010 è nata la mia idea dell’associazione – creata l’anno precedente ma con una veste più istituzionale e burocratica – e ho deciso di contattare tutte le strutture comunali e mettere in moto il progetto. A giugno dello stesso anno avevamo già pronta una brochure e abbiamo iniziato a lavorare insieme alle strutture di Recanati con percorsi dedicati all’arte e alla cultura ma in generale al territorio e a tutte le sue peculiarità».

«Oggi ho ricevuto l’invito dell’assessore Rita Soccio e, occupandomi già del progetto “Le magnifiche terre di centro” presentato anche alla Camera dei deputati a Roma ed essendo quindi un’appassionata del settore e soprattutto un’amante del territorio, ho deciso di accettare – ha aggiunto -. Lo scopo dell’associazione? Senza dubbio quello di valorizzare tutto il territorio ma portare avanti anche uno sviluppo economico. E poi ancora dare valore alle aree interne; sembra brutto dirlo ma dobbiamo “cogliere” questa drammatica esperienza della pandemia e cercare di veicolare le persone per far sì che vengano qui a vedere le nostre bellezze. Da questo dobbiamo ripartire perché non abbiamo nulla da invidiare ad altri. Io farò questo da presidente e sono felice di aver trovato l’appoggio di tutti gli associati».