Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Recanati, trovati con 300 grammi di droga e oltre 20mila euro: quattro arresti

Non sono sfuggiti agli occhi dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Osimo i movimenti sospetti avvenuti in una via della città leopardiana

carabinieri

RECANATI – Beccati con 300 grammi di cocaina, oltre 20mila euro in contanti e materiale per il confezionamento delle dosi: arrestati tre albanesi e un italiano.

Non sono sfuggiti agli occhi dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Osimo, guidati dal sottotenente Luciano Almiento, i movimenti sospetti di un gruppo di persone che, in una via di Recanati, nei giorni scorsi, hanno messo in atto una vera e propria compravendita di droga.

I carabinieri infatti, durante un servizio di controllo del territorio dalla Val Musone fino alla cittadina leopardiana, hanno notato, in una arteria di Recanati, che c’erano alcune persone che facevano da “palo” mentre delle altre cedevano denaro in contante in cambio di un involucro di medie dimensioni. Dopo lo scambio, tutti i soggetti si sono subito allontanati in diverse direzione a bordo delle rispettive vetture.

I carabinieri, dopo una rapida attività investigativa, hanno subito individuato le quattro persone: tre albanesi e un italiano rispettivamente di 32, 36 e 45 anni e 37 anni.

Il 32enne è stato bloccato dai militari alla guida di un’Alfa Giulietta e, nel sedile anteriore dell’auto, sono stati rinvenuti 300 grammi di cocaina nascosti in una scatola. I carabinieri, durante la perquisizione domiciliare, hanno sequestrato anche 10.450 euro – soldi ritenuti provento dell’attività illecita – e un’agenda con tutti gli appunti di “lavoro”.

I militari di Osimo hanno fermato invece il 36enne a bordo di una Peugeot 406 e, nascosta sotto al tappetino del lato passeggero, hanno trovato una busta di plastica con dentro 10mila euro in contanti.

Nell’abitazione del 45enne i carabinieri hanno trovato invece vari strumenti per il taglio della droga mentre in casa dell’italiano, bloccato appena sceso dalla sua Mini Cooper, i militari osimani hanno sequestrato dei bilancini di precisione e il materiale per il confezionamento delle dosi.

Tutti e quattro sono stati arrestati per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio e sono stati trasferiti presso il carcere di Montacuto ad Ancona su disposizione del pm della procura della Repubblica di Macerata.