Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Macerata Racconta compie dieci anni: in città i finalisti del Premio Strega

Il festival letterario torna dal 30 giugno al 4 luglio con 20 appuntamenti. Il tema scelto sarà "La cura" Tra gli ospiti Riccardo Iacona, Edoardo Camurri, Stefano Mancuso, Daniela Raimondi, Nicola Lagioia, Loredana Lipperini

Il festival letterario torna a Macerata

MACERATA – Riccardo Iacona, Edoardo Camurri, Stefano Mancuso, Daniela Raimondi, Nicola Lagioia, Loredana Lipperini, Gino Castaldo, Dario Fabbri, Alberto Mattioli, Franco Arminio, Aldo Nove, sono solo alcuni degli scrittori che renderanno unica la nuova edizione di “Macerata Racconta”, il festival letterario nazionale organizzato dell’associazione Contesto, in collaborazione con il Comune di Macerata, che torna dopo un anno di pausa imposto dal Covid.

La decima edizione del festival, che si terrà dal 30 giugno al 4 luglio, porterà la cultura in tanti spazi della città, come la Galleria Scipione, la galleria degli Antichi Forni, l’Orto dei Pensatori e piazza Vittorio Veneto, che per l’occasione diventerà il BPER Forum a voler sottolineare l’impegno e l’attenzione che l’istituto bancario rivolge verso il mondo della cultura e in particolare della lettura. Il tema scelto per questa edizione è “La cura” che, come spiega il direttore artistico Giorgio Pietrani «è un concetto impegnativo, ascrivibile a diversi ambiti teorici e pratici, e implica la necessità incessante di rapportarsi a un insieme complesso di caratteristiche che ci determinano come individui: la fragilità e la vulnerabilità innanzitutto, ma anche la responsabilità e il rispetto e di certo la competenza e la diligenza. Il valore intrinseco che si esprime nell’atto del prendersi cura o avere cura, di qualcuno o qualcosa o semplicemente di noi stessi, è quello rappresentato dalla volontà di rendere il nostro mondo di riferimento, fatto di corpi, relazioni e ambiente, un luogo ideale dove poter vivere in armonia e nel miglior modo possibile».

Oltre 20 gli appuntamenti in cartellone che culmineranno il 3 luglio con una giornata speciale perché, per la prima volta, il festival ospiterà i finalisti del “Premio Strega”. Il festival chiuderà il 4 luglio con un evento realizzato in collaborazione con l’Associazione Sferisterio e il Macerata Opera Festival dedicato al centenario della stagione lirica di Macerata. Ad accomodarsi sul palco saranno Il giornalista e critico letterario Alberto Mattioli, autore di “Pazzo per l’opera”, Barbara Minghetti – direttrice artistica del Mof – e Francesco Lanzillotta – direttore musicale del MOF -. L’incontro sarà arricchito dagli interventi della pianista Cesarina Compagnoni e della soprano Maritina Tampakopulos.

Il calendario di Macerata Racconta in pillole

Ad aprire il 30 giugno saranno due incontri di cui il primo – ore 18.30 –  con Lucia Paciaroni e Agostino Regnicoli – per la casa editrice EUM – nel quale si parlerà di territorio con un particolare riferimento alle memorie scolastiche e all’uso del dialetto. A seguire – alle 21.15 – la prima dei tanti ospiti nazionali, Daniela Raimondi, autrice di uno dei maggiori successi editoriali italiani della scorsa stagione, ovvero “La Casa sull’argine” – edito da Editrice Nord – in cui racconta le epiche vicende di una famiglia che attraversano gli ultimi due secoli di storia italiana. Il 1 luglio si inizia alle 17.30 con Dario Fabbri, noto redattore della rivista di geopolitica Limes, che analizzerà i nuovi scenari internazionali con un particolare riferimento all’America dopo Trump e alla “cura” Biden. Si prosegue alle 18.30 con il giornalista sportivo Leo Turrini e la storia della famiglia Panini e delle figurine. In serata, alle 21,15, Edoardo Camurri,  Pietro Del Soldà e Michele De Mieri con il talk impossibile tra Padre Matteo Ricci, Giacomo Leopardi, Dolores Prato e Mario Dondero. La giornata si concluderà alle 21.45 con la performance artistica del duo piemontese UochiToki.

Il 2 luglio alle 17.30 l’attrice Isabella Carloni presenta “Le Irriverenti”, un libro su quattro figure femminili emblematiche del suo percorso artistico in palcoscenico. Alle 17.45 il primo appuntamento per bambini con Lucia De Luca e “Il racconto delle cose”, una narrazione interattiva che coinvolgerà attivamente i piccoli partecipanti. Il pomeriggio prosegue alle 18.30 con Franco Arminio, poeta e paesologo che da anni viaggia e scrive in cerca di meraviglia e in difesa dei piccoli paesi. Alle 21.15 il giornalista Riccardo Iacona ci porterà dentro l’inferno della pandemia, con le sue vittime e i suoi eroi. A chiusura della giornata ci sarà la performance di live painting e musica con l’artista Stefano Ricci, accompagnato al piano da Emilio Varrà.

Il 3 luglio apre la giornata alle 17.30 la presentazione del terzo volume dell’antologia Marche d’Autore, curata da Jonathan Arpetti e Davide Miliozzi e dedicata a “I Nutrimenti”. Sempre alle 17.30 il secondo appuntamento per bambini che coinvolge le librerie del centro storico in attività laboratoriali e letture. Alle 18 lo scrittore Aldo Nove presenta il suo ultimo libro dedicato a Franco Battiato. Alle 18.30 l’evento speciale di questo festival quello con Il Premio Strega e la presentazione dei cinque autori e autrici finalisti del più prestigioso premio letterario italiano. In prima serata, alle 21.15, si racconterà l’Italia attraverso la sua musica con Gino Castaldo, uno tra i maggiori giornalisti e critici musicali in circolazione, che con l’ausilio di video e canzoni, ripercorrerà un periodo fondamentale per la musica italiana, quello che parte da fine anni ‘50 e arriva alle soglie del 2000. L’ultimo appuntamento sarà quello delle 22 con il nuovo monologo di Francesca Rossi Brunori, “Alice in the box”.