Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Macerata, pusher 28enne condannato. «Spacciò cocaina»

Tre anni e quattro mesi di reclusione per aver venduto stupefacente nel capoluogo dal 2017 al 2019. Dovrà anche pagare una multa di 12.000 euro. Ad accusarlo erano stati tre acquirenti

Il tribunale di Macerata

MACERATA – Tre anni e quattro mesi per aver spacciato cocaina a Macerata. È la condanna inflitta oggi dal gup del Tribunale di Macerata a un maceratese di 28 anni accusato di aver spacciato plurime dosi di cocaina tra il 2017 e il 2019. A riferire le circostanze erano stati in particolare tre acquirenti che, nel corso delle indagini, erano stati sentiti dalla polizia giudiziaria in merito ai loro rapporti con il giovane maceratese e avevano confermato di essersi rivolti a lui in più occasioni per acquistare lo stupefacente. Uno di loro, una giovane, aveva dichiarato di aver acquistato nel tempo dal 28enne oltre quattro etti di cocaina. Oltre alle dichiarazioni dei clienti gli inquirenti avevano eseguito ulteriori attività di riscontro che avevano portato alla contestazione del reato di spaccio.

Per il giovane era stata quindi fissata l’udienza preliminare dinanzi al giudice Giovanni Maria Manzoni. Nell’udienza precedente l’avvocato del 28enne aveva chiesto e ottenuto di procedere con rito abbreviato che avrebbe consentito all’imputato, in caso di condanna, di usufruire di uno sconto di pena e oggi il procedimento è stato discusso. Il pubblico ministero Claudio Rastrelli al termine della requisitoria ha chiesto la condanna del 28enne, il giudice ha condannato l’imputato alla pena di tre anni e quattro mesi di reclusione e al pagamento di una multa di 12.000 euro. Una volta depositate le motivazioni, il giovane potrà decidere se impugnare o meno la sentenza in Appello.