Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Premio internazionale dell’architettura all’Accademia della musica di Camerino

Riconoscimento internazionale per il progetto di ricostruzione post sisma firmato dalla Andrea Bocelli Foundation. Il sindaco: «Un segnale importante in un settore chiave e protagonista della rinascita di un territorio»

Costruita dalla Andrea Bocelli Foundation

CAMERINO – Arriva da Chicago il prestigioso e storico Premio internazionale dell’architettura, è assegnato alla Accademia della Musica realizzata e donata alla città di Camerino dalla Andrea Bocelli Foundation e inaugurata nell’ottobre scorso. «Un segnale importante, un riconoscimento di eccellenza e qualità in un settore chiave e protagonista della rinascita di un territorio – ha commentato il sindaco Sandro Sborgia -. E confido che segni un ulteriore punto di svolta nella storia di nuovo sviluppo sarà scritta nei prossimi anni».

La ricostruzione della nuova Accademia della Musica di Camerino, progettata da Alvisi Kirimoto in collaborazione con Harcome, si colloca come terzo intervento post-sisma centro Italia 2016 promosso dalla Andrea Bocelli Foundation a favore del Maceratese, insieme alle ricostruzioni delle scuole di Sarnano e Muccia.

«L’Accademia della Musica di Camerino è il terzo intervento nel le zone sisma 2016 che ABF ha completato – ha aggiunto il direttore generale Abf, Laura Biancalani -. La volontà è sempre la medesima: restituire alle comunità luoghi non solo funzionali ma anche belli, dove la cura degli spazi è la stessa che cerchino di mettere nella cura delle relazioni. Luoghi belli da esperire e dai quali lasciarsi ispirare. Il progetto non solo restituisce a Camerino la locale Accademia musicale, volta ad accogliere oltre 160 studenti e le tante iniziative culturali della comunità, ma dota la città universitaria di una nuova identità architettonica».

Dalle linee pulite ed eleganti, l’edificio, che si sviluppa su due livelli per un totale di 600 metri quadri, si distingue per la sua “pelle” in pannelli bianchi di lamiera caratterizzata da forature regolari di dimensione variabile, al suo interno ospita nel livello seminterrato un auditorium di 226 metri quadri, mentre al piano superiore un ufficio e nove aule per l’insegnamento, di cui due più ampie da oltre 30 mq, una da 22 mq per l’insegnamento della musica ai bambini da 0 a 6 anni, e le restanti di circa 14 mq.