Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Parte da Potenza Picena la nuova sfida per la sostenibilità ambientale

In occasione della sagra del Grappolo d'oro, è stata presentata la “Challenge against climate change”, la sfida ambientale lanciata dal Grand Tour delle Marche di Tipicità

POTENZA PICENA – Comportamenti ecosostenibili e buon cibo, quello delle nostre terre marchigiane, vanno di pari passo grazie a una rete che vede insieme Tipicità, Banca Mediolanum e la app “AWorld”. Parte da Potenza Picena, infatti, dove ieri sera (24 settembre) nella cappella dei Contadini, è stata presentata la nuova edizione del Grappolo d’oro, la “Challenge against climate change”, la sfida ambientale lanciata dal Grand Tour delle Marche di Tipicità. Grazie alla collaborazione con Banca Mediolanum, infatti, il circuito degli appuntamenti enogastronomici è stato inserito su “AWorld”, la app selezionata dalle Nazioni Unite a supporto della campagna contro il cambiamento climatico.

«Abbiamo creato una app per creare consapevolezza ed educare le persone sul proprio impatto a livello globale – ha spiegato Alex Armillotta, presidente e fondatore di AWorld, start up nata a Torino -. Siamo stati invitati a supportare la campagna sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite e, all’interno della app, ci sono suggerimenti per vivere in modo sostenibile, ci sono community e quest’anno affianchiamo anche il Grand Tour delle Marche». Diventando membro del “Team Grand Tour delle Marche” si partecipa alla challenge, scoprendo le iniziative previste per contribuire alla diminuzione di anidride carbonica nell’aria con azioni virtuose (come fare una doccia più breve per risparmiare acqua) che potranno contribuire al raggiungimento dell’obiettivo della sfida: 30mila buone azioni entro il 14 novembre, quando il Grand Tour arriverà poi a Macerata per una tappa inedita (il 21 novembre).

Al termine della sfida il premio saranno dieci alveari che verranno messi a disposizione per contribuire alla biodiversità. «È una sfida importante – ha aggiunto Massimo Cupillari di Banca Mediolanum – perché quanti più siamo a fare piccoli gesti, quanto più riusciremo a dare un’impronta decisiva a questa challenge. Ogni sfida, per me, non è migliorabile se non è misurabile e questa lo è, grazie alla app».

Alla serata presente anche Angelo Serri di Tipicità che ha raccontato di come il festival si sia reinventato dopo la pandemia, il sindaco di Potenza Picena Noemi Tartabini, l’assessore comunale Tommaso Ruffini, il presidente della Pro Loco Giuseppe Castagna e l’assessore regionale Giorgia Latini, che ha voluto ricordare l’importanza della «consapevolezza delle proprie radici. Dobbiamo essere sempre più consapevoli che l’ambiente è importante e, per tutelare le nostre azioni e ricchezze, dobbiamo avere la consapevolezza di questa importanza. Questi argomenti – ha concluso l’assessore regionale alla Cultura – devono essere sempre più al centro della cultura della vita quotidiana».