Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Porto Recanati riconquista la Bandiera blu dopo otto anni. «Riconoscimento fondamentale per lo sviluppo del turismo»

Soddisfatto il sindaco Andrea Michelini che parla di un brand da sviluppare. La consigliera Elena Leonardi: «Con la Regione stiamo lavorando per stanziare ulteriori fondi per la difesa della costa»

La bandiera blu d'Europa
La bandiera blu d'Europa

PORTO RECANATI – Dopo otto anni Porto Recanati riconquista la “Bandiera blu” e fa salire a 17 i vessilli assegnati alle Marche. Porto Recanati è anche comune ciclabile e comune con spiaggia a misura di bambino. Un trittico di bandiere, gialle, verdi e blu, che fa nel suo insieme un ulteriore valore aggiunto in sede di promozione della città. «Un ringraziamento doveroso va all’amministrazione Mozzicafreddo che nel suo ultimo mandato ha lavorato per il raggiungimento di questo prestigioso obiettivo che rende orgogliosa l’intera città – commenta il sindaco Andrea Michelini -. Il riconoscimento sarà di fondamentale importanza per lo sviluppo del nostro settore turistico, vitale per la nostra comunità, nonché per un “brand” che ora può svilupparsi nel pieno delle sue potenzialità. Da parte dell’amministrazione ci sarà il massimo impegno per portare la qualità della vita e della nostra offerta turistica a livelli ancora maggiori».

Andrea Michelini, sindaco di Porto Recanati

Soddisfatta anche la consigliera regionale Elena Leonardi, anche lei portorecanatese. «Il riconoscimento della Bandiera Blu ha anche una motivazione che mi piace condividere: “Con nove chilometri di spiagge, acque pulite, un lungomare completamente pedonale, diverse piste ciclabili per escursioni e un borgo marinaro con il suo castello, Porto Recanati è una delle località più rinomate della Riviera del Conero”. Certamente, una motivazione che ben illustra la bellezza di Porto Recanati e certifica il buon lavoro che stiamo portando avanti in materia di risanamento ambientale e di contrasto all’erosione della costa – commenta la consigliera -. A tal proposito, da ricordare l’imminente ultimazione dei lavori nel tratto Sud in materia di difesa e ripascimento della spiaggia. E sto continuando a lavorare, di concerto con la giunta Acquaroli, per i fondi necessari per la messa in sicurezza del tratto Nord di Scossicci. Solo negli ultimi mesi per il mio Comune di Porto Recanati sono stati stanziati 250mila euro, in due distinti interventi. Inoltre, è ormai certo che riusciremo a inserire una parte del progetto più ampio della difesa della costa portorecanatese all’interno del nuovo settennato Por-Fesr. Un cambio di passo evidente grazie alla maggioranza di centrodestra che governa la Regione Marche. Tornando al riconoscimento della Bandiera Blu, mi preme infine ricordare, come Porto Recanati – conclude la consigliera – si possa già fregiare anche della Bandiera Gialla come Comune ciclabile e Bandiera Verde come spiaggia a misura di bambino. Certamente, un’eccellenza per le Marche».