Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Polizia di Macerara, quiescenza per il primo dirigente Andrea Innocenzi

Il dottor Innocenzi, l’uomo delle istituzioni, «ha saputo mettersi a disposizione dell’intera comunità con competenza, umanità e passione» ha detto il questore Pignataro

Il questore Antonio Pignataro con il dottore Andrea Innocenzi

MACERATA – Quiescenza per il dirigente della Polizia di Stato di Macerata Andrea Innocenzi che, giunto alla pensione, è stato salutato dai funzionari e dai dirigenti della questura di Macerata con una cerimonia solenne presieduta dal questore Antonio Pignataro.

Una carriera lunga e piena di soddisfazioni quella del primo dirigente maceratese. Trent’anni fa inizia infatti con il suo primo incarica a Moena dove ricopre la carica di vice direttore del Centro di Addestramenti della Polizia. Nel 1993 Innocenzi è stato poi dirigente dell’ufficio personale, dell’ufficio immigrazione, della Digos e vice capo di Gabinetto presso la questura di Macerata. Nel 2010 viene poi trasferito come dirigente al VI reparto mobile di Genova e qualche mese dopo diventa dirigente della divisione amministrativa e sociale della questura di Ascoli Piceno. Torna a Macerata quattro anni dopo come dirigente della divisione anticrimine.

Il primo dirigente di Macerata Andrea Innocenzi

LA CARRIERA DEL DOTTOR INNOCENZI

Innocenzi ha partecipato ai servizi del G8 di Genova, ai Giochi Olimpici Invernali di Torino nel 2006 e alla cattura e poi all’arresto di Ivan Bogdanov, responsabile degli scontri allo Stadio Marassi di Genova nell’ottobre 2010 che causarono la sospensione della partita Italia – Serbia.

Il dirigente di Macerata coordinò le operazioni durante la guerriglia urbana scatenata dai black block che durante la manifestazione pacifica avvenuta a Roma il 15 ottobre del 2011 misero a ferro e fuoco la capitale.

Innocenzi ha anche diretto lo sgombero dei manifestanti e l’acquisizione dell’area cantiere T.A.V in Val di Susa nel periodo di giugno e di luglio del 2011 ed è stato insignito del titolo di Cavaliere dell’ordine “al Merito della Repubblica Italiana”. 

In seguito al sisma del centro Italia del 2016 il dirigente ha coordinato tutte le forze di polizia impegnate nei servizi di ordine e di soccorso pubblico svolti in tutta la provincia e, in seguito a ciò, ha ricevuto anche l’Encomio solenne. Innocenzi ha poi coordinato per tre anni l’ordine pubblico e la sicurezza della manifestazione marchigiana RisorgiMarche, per aiutare le zone colpite dal terremoto ed era responsabile della sicurezza durante la visita di Papa Francesco a Camerino.

Il dirigente ha poi partecipato a numerosi incontri sulla sicurezza nei comuni della provincia e ha diversi controlli all’Hotel House di Porto Recanati. È stato responsabile dei servizi di ordine pubblico per i processi presso la Corte d’Assise di Macerata di Luca Traini e di Innocent Oseghale.

Infine Innocenzi è stato responsabile del coordinamento di tutte le forze di polizia impegnate nei servizi di ordine pubblico svolti in provincia di Macerata a seguito dell’emergenza Covid-19.

Il questore Antonio Pignataro e il dottore Andrea Innocenzi

LE PAROLE DEL QUESTORE ANTONIO PIGNATARO

Il questore Antonio Pignataro, durante la solenne cerimonia, ha ricordato «la competenza e la professionalità delle tante mansioni espletate in questi anni a servizio della collettività». Il questore ha elogiato la «grande passione e dedizione al lavoro del dottor Andrea Innocenzi che ha adempiuto “con disciplina e onore ai suoi compiti di servitore dello Stato fino all’ultimo giorno di lavoro”», consegnandogli un targa ricordo. «Il dottor Innocenzi, l’uomo delle istituzioni, ha saputo mettersi a disposizione dell’intera comunità con competenza, umanità e passione» ha concluso il questore Pignataro.