Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Polizia locale di Macerata, il bilancio dei primi sei mesi: «Attività stravolta dal covid, ma siamo andati avanti»

Consegnati anche tre encomi speciali e nominati due vice comandanti. Da gennaio a giugno rilevati 85 incidenti stradali e fermate 4 persone per guida in stato di ebbrezza, una perché sotto l’effetto di droga

Il sindaco Romano Carancini e il comandante della Polizia locale Danilo Doria

MACERATA – Ieri mattina, 1 luglio, presso il Comando della Polizia locale di Macerata, si è svolto un incontro per fare il bilancio dei primi sei mesi di attività, segnati dall’emergenza sanitaria, e per ufficializzare la nomina di due vice comandanti e per la consegna di tre encomi per merito.

Presenti il comandante Danilo Doria, sindaco Romano Carancini, il segretario generale Paolo Cristiano, tutti gli agenti e il personale addetto alla segnaletica stradale. In sala anche la signora Claudia Brunetti che per tutto il periodo del lockdown ha preparato e offerto al Comando una ricca colazione a base di dolci, crostate e biscotti fatti in casa.

Il comandante Doria, entrato in servizio un anno fa (era il primo luglio del 2019, ndr.) ha ricordato i principali obiettivi raggiunti grazie allo sforzo, alla disponibilità e alla professionalità di tutti gli agenti: «Il Covid ha completamente stravolto la nostra attività e il personale è stato riversato tutto in strada e non senza difficoltà abbiamo svolto compiti nuovi e importanti. Un’attività portata avanti con responsabilità, dedizione e capacità professionale. Un lavoro che ha ottenuto il riconoscimento sia da parte delle altre Forze di Polizia che della popolazione e dei commercianti e questo è stato per noi motivo di grande soddisfazione».

Doria è stato poi omaggiato dai suoi agenti di una targa ricordo che è anche un incitamento a continuare nella stessa direzione per il futuro; «Un anno con noi. Grazie comandante #forzacontinuiamocosì» si legge nell’omaggio.

Nel periodo dell’emergenza sanitaria, durante il quale il raddoppio della linea telefonica e degli operatori addetti a fornire le risposte ha incrementato sempre di più lo stretto contatto con i cittadini, sono state effettuate verifiche su 5.179 persone e su 4.092 sugli esercizi commerciali. 40 invece le attività verificate dopo l’ordinanza che ha dato la possibilità di ampliare gratuitamente l’occupazione del suolo pubblico al di fuori dei locali.

«Voi siete gli occhi dell’Amministrazione comunale sulla città – ha detto il sindaco Carancini -. Il vostro operato riconduce al modo di essere dell’Amministrazione e siamo felici perché ci rappresentate in pieno nel modo autorevole e professionale con cui vi rapportate ai cittadini. Oggi il Corpo di Polizia locale ha un assoluto valore positivo riconosciuto da tutti; continuate ad avere questo spirito, questa vocazione e disponibilità».

L’incontro ha permesso anche di ufficializzare la nomina di due vicecomandanti, i commissari Maura Castellucci e Fabrizio Calamita, e di consegnare tre “encomi per merito nell’espletamento delle attività di servizio di Polizia locale”.

Il sindaco Romano Carancini, i commissari Maura Castellucci e Fabrizio Calamita e il comandante Danilo Doria

Il primo è andato al sostituto commissario Marzia Paulini, al sovrintendete capo Rachele Acquaticci Arcangeli, agli agenti Walter Vallesi e Samanta Tirocchi “per aver espletato una accurata attività di ricerca di una persona denunciata per molestie sessuali”. Il secondo al sovrintendente Luca Toso e all’agente Attilio Bonito per “l’accurata attività di indagine che ha portato all’arresto di un cittadino extracomunitario reo dello scippo di cellulare ad una ragazza”. L’ultimo alla sovrintendente Lorella Martinelli per “la predisposizione ad aiutare i colleghi e l’acume investigativo che l’ha portata a identificare il responsabile di un accoltellamento e a contattarlo telefonicamente convincendolo a costituirsi”.

In conclusione Doria ha consegnato anche una nota di merito per l’attività svolta in qualità di “Tutor formatori” durante il periodo del Covid- 19 ai commissari Maura Castellucci, Fabrizio Calamita e Fiorenzo Fiorani, al sostituto commissario Marzia Paulini, al sovrintendente capo Giuseppe Battista, all’assistente Moira Spaccapaniccia, all’agente Alessandro Amaolo e all’agente Emanuele Di Donato. Ufficiali e agenti di Polizia locale che a vario titolo hanno «espletato un servizio al Comando durante il periodo di Covid-19 dando la disponibilità a effettuare lezioni su varie materie e argomenti in favore dei colleghi in smartworking».

I NUMERI DELLA POLIZIA LOCALE DI MACERATA

Dal primo gennaio al 30 giugno sono stati rilevati dagli agenti della Polizia locale del capoluogo 85 incidenti stradali mentre sono stati 27 i veicoli trovati senza assicurazione. Quattro le persone fermate per guida in stato di ebbrezza e una perché sotto l’effetto di sostanze psicotrope. Sono state dieci gli automobilisti fuggiti dopo aver causato un incidente mentre 14 le patenti ritirate. Trentadue invece le operazioni di Polizia giudiziaria con conseguenti informative inviate alla Procura della Repubblica. Sono stati 106 i veicoli rimossi mentre, in questi sei mesi, sono stati effettuati 1176 servizi di pattugliamento e 41 notturni. 86 i verbali elevati per l’abbandono di rifiuti urbani, 13 gli accertamenti edilizi e infine 28 quelli di natura ecologica e ambientale.