Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Pieve Torina, nominato il docente di sostegno per lo studente disabile

Il commento di mamma Sonia: «Gianluca ha visto riconosciuti finalmente i suoi diritti. Come ogni altro bambino che vuole frequentare la scuola»

Il sindaco Alessandro Gentilucci nella scuola di Pieve Torina

PIEVE TORINA – È stato nominato l’insegnante di sostegno per l’alunno disabile di Pieve Torina. Una vicenda che aveva coinvolto un’intera comunità e aveva provocato la mobilitazione di tutta la comunità dato che per l’alunno della scuola secondaria del comune montano, a inizio delle lezioni, non c’era ancora il docente di sostegno.

LEGGI ANCHE: «Studente disabile senza insegnante di sostegno»: il sindaco di Pieve Torina scrive al premier Conte

LEGGI ANCHE: Pieve Torina, alunno disabile senza insegnante di sostegno: sit in davanti alla scuola

«Adesso sì, adesso ci siamo. Gianluca ha visto riconosciuti finalmente i suoi diritti. Come ogni altro bambino che vuole frequentare la scuola». Questo il commento di mamma Sonia alla notizia della designazione dell’insegnante di sostegno per il proprio figlio che, finalmente, potrà entrare in classe con il supporto necessario all’apprendimento. Supporto che sinora gli era stato fornito in modo inadeguato.

Un problema di nomine e rinunce infatti aveva portato a non poter assicurare sin da subito all’alunno disabile della scuola secondaria di primo grado di Pieve Torina l’insegnante di sostegno. La mobilitazione è scattata immediatamente e ha visto il sindaco, Alessandro Gentilucci, in prima linea nel sostenere e accompagnare la famiglia di Gianluca con costanti sollecitazioni nei confronti delle istituzioni scolastiche.

«Sono felice dell’obiettivo raggiunto. La scuola è di tutti, e garantirne la piena fruibilità è un diritto che dobbiamo assicurare a ogni bambino, soprattutto a quelli meno fortunati – ha commentato il primo cittadino -. Ringrazio gli uffici scolastici che hanno recepito le nostre richieste e mi auguro che non si debbano ripetere situazioni del genere. Il sit-in è stato un gesto estremo, ma necessario, con il quale abbiamo voluto sensibilizzare la scuola a una maggiore attenzione verso un bambino e la sua famiglia, un’attenzione che però riguarda l’intera comunità del nostro paese, che è un paese unito e che si batte per conservare ed affermare la propria dignità su ogni fronte. E sulla scuola non faremo mai un passo indietro. Lo abbiamo dimostrato in questi anni visto che siamo stati tra i primi a ricostruirla e metterla a disposizione dei più piccoli e delle loro famiglie. È un servizio fondamentale per assicurare certezze, stabilità e futuro a chi vive in queste aree».

Quindi nomina ottenuta e grande soddisfazione per Gianluca, «e un grazie enorme al sindaco Gentilucci per l’assoluta dedizione che dedica al nostro territorio e a Pieve Torina, come ha dimostrato anche in questo caso» ha concluso la mamma di Gianluca.