Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Percepisce l’assegno sociale ma abita in Repubblica Dominicana. Denunciato

Madre e figlio erano espatriati continuando a percepire il sostegno statale, con l'assegno di reversibilità del padre defunto. Morta la donna a Santo Domingo, il figlio non ha dichiarato il decesso per continuare a percepire entrambe le somme

La guardia di finanza di Camerino

CAMERINO- Percepisce l’assegno sociale ma già dal 2015 era espatriato con sua madre in Repubblica Dominicana. I finanzieri di Camerino hanno scoperto la truffa poichè mamma e figlio risultavano essere irreperibili presso il Comune di residenza.

Dalle indagini, svolte anche attraverso l’acquisizione di informazioni presso il Comune di Camerino è emerso che la donna era espatriata, assieme al proprio figlio, nella Repubblica Dominicana all’incirca nell’anno 2015, continuando a percepire l’assegno sociale – per circa 8.500 euro totali -, benché non più spettante (la misura non è esportabile fuori dal territorio nazionale).

In tale contesto emergeva che la donna percepiva anche la pensione di reversibilità del defunto marito. Ella però era deceduta a Santo Domingo agli inizi dell’anno corrente.

Gli importi dell’assegno sociale e della pensione di reversibilità risultavano elargiti fino al giugno 2021 e accreditati su un libretto postale, cointestato con il proprio figlio. Nel 2015 altri due soggetti hanno avuto la delega per il libretto: questi prelevavano le somme in contanti e le inviavano nella Repubblica Dominicana attraverso un money transfer ovvero mediante bonifico internazionale.

All’esito delle indagini si è constatato che la donna avrebbe illecitamente percepito l’assegno sociale, dal marzo 2015 fino al dicembre 2020, per un importo di circa 8.500 euro, avendo omesso di comunicare all’INPS l’espatrio nella Repubblica Dominicana. Il figlio ha percepito illecitamente sia l’assegno sociale che la pensione di reversibilità della madre, da gennaio a giugno 2021, per un ammontare complessivo di circa 4.000 euro, avendo omesso di comunicare all’INPS il decesso della propria madre.

L’uomo è stato quindi denunciato alla locale Procura della Repubblica per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, mentre è al vaglio la posizione dei due soggetti delegati ad operare sul libretto postale.

L’assegno sociale, istituito dalla legge n. 335/1995, ha sostituito la pensione sociale e rientra tra i principali strumenti di protezione sociale attualmente in vigore. Esso riveste carattere di prestazione assistenziale e spetta a cittadini che si trovano in disagiate condizioni economiche.