Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Pasqua a casa nel Maceratese: tante le iniziative di solidarietà e quelle “virtuali”

Da Recanati a San Severino passando per Civitanova e Camerino. Tante le iniziative pasquali organizzate: messa in diretta, lezioni di scienza, distribuzione di pranzi pasquali

Ieri sera nella classica processione per le vie del centro di Macerata, partita alle ore 20 dal Monumento ai Caduti, solo il vescovo Nazzareno Marconi e il sindaco Romano Carancini hanno preso parte al corteo. Una città deserta questa volta perché il maledetto e contagioso virus non ha permesso ai tanti fedeli di riversarsi nelle strade per prendere parte a questo importante momento religioso in vista della domenica pasquale.

Non solo a Macerata ma in tutta la provincia, come in tutta Italia, le manifestazioni pubbliche sono state annullate e c’è chi, con tantissime iniziative di solidarietà, ha voluto comunque dare un “sapore di festa” a questo momento.

A Civitanova, l’Amministrazione comunale, ha contributo a dare un grande sostegno all’Ant con l’acquisto di uova pasquali. L’intera equipe sanitaria è infatti rimasta operativa sul territorio al 100%, impiegando quotidianamente nel servizio di ospedalizzazione domiciliare tutte le sue risorse, con quattro medici, tre infermiere e due psicologi, che ogni giorno si recano a casa dei sofferenti. In questo modo si è in grado di gestire a domicilio, con un’alta qualità assistenziale, più di 100 pazienti, che i nostri ospedali in questo momento non potrebbero in ogni caso accogliere, essendo stati riconvertiti in ospedali Covid.

L’amministrazione ha quindi deciso di sostenere l’Ant con un contributo straordinario per il progetto “Noi ci siamo” e tutti possono ancora contribuire richiedendo le tradizionali uova di Pasqua, con un contributo minimo di dieci euro che saranno quindi destinati al progetto, al numero 0733-829606.

Il sindaco di Recanati Antonio Bravi

A Recanati l’amministrazione ha messo in atto una “catena social” per aiutare le famiglie in difficoltà anche nel giorno di Pasqua: verranno distribuiti 350 pranzi di Pasqua alle famiglie che risentono maggiormente della crisi. In prima linea nell’ideazione e nella preparazione del delizioso regalo pasquale Marco Menghini del Ristorante Tonino in collaborazione con la rete di operatori commerciali che offrono i generi alimentari.

«Ancora una volta Recanati dimostra di avere una straordinaria rete di solidarietà che nei momenti importanti emerge in tutta la sua forza con un grande cuore» ha detto il sindaco Antonio Bravi.

Gesto di solidarietà anche da parte dell’Associazione Nazionale Carabinieri di San Severino che ieri ha donato uova di Pasqua al personale sanitario dell’ospedale civile “Bartolomeo Eustachio”.

«Insieme alle uova – ha detto Francesco Cicconi, referente dell’Associazione Nazionale Carabinieri settempedana – abbiamo consegnato anche una lettera di ringraziamento per il prezioso lavoro che tutti stanno svolgendo. Il nostro è stato un piccolo pensiero per chi è in prima linea in questo difficile momento in un luogo divenuto una trincea per combattere un nemico subdolo e invisibile che ha stravolto le nostre abitudini quotidiane».

La distribuzione delle uova davanti all’ospedale di San Severino

A Tolentino, grazie alla comunità agostiniana della Basilica di San Nicola, sarà possibile seguire sul Canale 14 o sulla pagina Facebook della Basilica di San Nicola, le celebrazioni pasquali come la messa di domenica 12 aprile, alle ore 12.

Anche Confartigianato Imprese Macerata-Ascoli Piceno-Fermo prosegue nella sua attività di promozione delle tipicità territoriali, soprattutto in questo momento di festa. Torna il progetto “I Menù di Pasqua” de La Provincia a Tavola, che quest’anno si presenta in una veste “particolare”: raccogliendo i ristoranti che propongono menù speciali per il giorno di Pasqua e del Lunedì dell’Angelo e che effettuano consegna a domicilio.

Sono 35 le attività delle tre province che hanno aderito al progetto, e tra le quali sarà possibile scegliere il menù, che sarà poi consegnato direttamente a casa. L’elenco degli aderenti può essere consultato nel sito di Confartigianato e nella pagina Facebook de La Provincia a Tavola. Basta quindi scegliere il ristorante preferito, prenotare ed aspettare la consegna comodamente a casa.

Per Pasquetta invece ci pensa l’Unicam a farvi “viaggiare”. “C’era una volta … la Scienza e le Fiabe” è il fantastico viaggio dedicato ai bambini di ogni età alla scoperta di quanta scienza sia presente nelle favole più belle che hanno accompagnato la nostra infanzia e che ora sono nei sogni e nei desideri dei nostri figli.
Mariasole Cingolani leggerà alcuni brani tratti dalle fiabe più famose e il professore Claudio Pettinari, nella sua veste di chimico, racconterà la tanta scienza, la chimica, la fisica e la biologia in esse contenuta. Ad accompagnarli i disegni naturalistici di Francesco Petretti, noto divulgatore scientifico e volto televisivo, e gli intermezzi musicali a cura del maestro Vincenzo Pierluca, per creare un’atmosfera ancora più fiabesca. E come in ogni fiaba che si rispetti, non poteva mancare il principe azzurro! A condurre tutti gli interventi sarà il bravissimo giornalista Maurizio Socci.

Il rettore Unicam Claudio Pettinari

«Da qualche anno – sottolinea il rettore Unicam Claudio Pettinari – stiamo proponendo questi appuntamenti di divulgazione scientifica rivolti ad un ampio pubblico per far conoscere e far amare ancora di più la scienza, raccontando quanto sia presente nella nostra quotidianità e nelle cose che più amiamo e che ci appassionano, quali la musica, l’arte, la letteratura e la poesia, i supereroi. In questo periodo così difficile per tutti noi, vogliamo proseguire con le attività di terza missione, declinandola anche con momenti più “leggeri” per ad un pubblico molto giovane che si sta avvicinando al fantastico mondo della scienza».

L’appuntamento per questo favoloso incontro è per lunedì 13, alle ore 17, in diretta Facebook sulla pagina Unicam – Università degli Studi di Camerino.