Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Pallavolo, la Videx Grottazzolina ha bisogno di un’impresa

La sconfitta in gara 1 della finale promozione per salire in serie A2 ha complicato i piani di coach Ortenzi. Intanto Fano e Macerata programmano il futuro tra conferme e novità

Capitan Vecchi eIllibero e coach Ortenzi

GROTTAZZOLINA – La sconfitta interna rimediata al PalaGrotta per 3-0 nella gara 1 della finale promozione del campionato di serie A3 maschile ha lasciato l’amaro in bocca ad una Videx Grottazzolina incappata in una serata negativa nella quale il cinismo e la qualità della Sistemia Aci Castello già giustiziera della Med Store Tunit Macerata in semifinale, hanno fatto da contraltare al nervosismo e alla fallosità dei gialloblù. Ora ci vuole un’impresa, andando a vincere sabato in Sicilia.

L’analisi di coach Massimiliano Ortenzi è una lucida fotografia della partita: «Abbiamo trovato una squadra che ha imposto fin dall’inizio il proprio ritmo e le proprie qualità mentre noi non siamo mai riusciti ad entrare veramente in partita», ha dichiarato il tecnico grottese. «Siamo stati troppo poco lucidi e questo ha chiaramente reso tutto più difficile. Siamo riusciti a prendere un po’ di vantaggio nel secondo set ma dal punto di vista tecnico siamo mancati per tutto l’arco del match. Non abbiamo mai mostrato aggressività al servizio mentre dall’altro lato della rete hanno spesso giocato con palla in mano e fatto vedere numeri migliori dei nostri in tutti i fondamentali. In partite come queste serve sicuramente una pallavolo diversa». A far eco al coach ci ha pensato uno dei veterani della squadra, Roberto Romiti: «Ne hanno avuto più di noi – ha detto il libero grottese -. Nel contesto battuta/ricezione Aci Castello ci ha messo in grossa difficoltà mentre noi non siamo stati altrettanto bravi. Dovremo fare tesoro di questo risultato in vista di Gara 2 nella quale servirà sicuramente qualcosa in più. Non sarà facile far bene in una cornice come quella del PalaCatania ma non dobbiamo dimenticarci del percorso che abbiamo fatto, siamo arrivati fin qua con merito e dovremo dimostrarlo ancora una volta».

Per una marchigiana ancora in corsa per i propri obiettivi e per riportare una squadra maschile in serie A2, le altre due hanno già dato il “rompete le righe” e cominciato a programmare il futuro. La Med Store Tunit Macerata riparte in panchina da un tecnico blasonato come Flavio Gulinelli che potrebbe lasciare sottintendere questa serie A3 va stretta alla società biancoverde. L’allenatore di Asti è un profilo di grande spessore, con un lungo curriculum che lo ha visto seduto su panchine importanti in Italia e nel mondo. Gli ultimi campionati li ha disputati con la BCC Castellana Grotte in Serie A2.

A Fano invece, sponda Vigilar, il cambio a stagione in corso ha dato i suoi frutti e la Virtus riparte da Maurizio Castellano. Dopo l’entusiasmante finale di stagione, caratterizzato da sette vittorie nelle ultime nove gare e dal raggiungimento della zona play off, la società ha confermato la guida tecnica di Maurizio Castellano. Il coach campano, che ha preso la squadra in una situazione di classifica difficile, ha meritato sul campo il rinnovo.