Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

«Non sono in regola con il vaccino», sospesi 26 medici nel Maceratese

L'Ordine ha inviato le lettere di comunicazione e la sospensione sarà valida fino al 15 giugno. Sospesi anche 35 infermieri

MACERATA – Sono 26 i medici sospesi in provincia perché non in regola con la vaccinazione anti-Covid. La decisione è arrivata ieri sera (15 febbraio) dal Consiglio provinciale dell’Ordine dei medici e, questa mattina, il presidente Romano Mari ha firmato le lettere di comunicazione. Questi 26 si aggiungono ad altri tre medici già sospesi nei mesi scorsi dall’Asur e a 35 infermieri.

Una scelta «dolorosa, ma necessaria perché imposta dalle norme – come spiega il presidente Romano Mari -. Si tratta comunque di un provvedimento amministrativo con una durata limitata, la cui scadenza al momento è prevista per il prossimo 15 giugno». I medici sospesi, però, sono molti meno rispetto a quelli che erano stati indicati da un primo report di dicembre, dove venivano segnalate circa 200 persone, su 2.200 iscritti complessivi. Dopo una prima scrematura si era, infatti, arrivati a una settantina di medici ancora “in bilico”, per poi passare ad ulteriori accertamenti che hanno ristretto il numero a 26. Questo anche perché molti medici, al primo controllo, avevano prenotato le somministrazioni, ma erano ancora in attesa di effettuare i vaccini.

La sospensione dal servizio (e quindi anche dallo stipendio) fino al 15 giugno vale sia per i medici che per gli infermieri. La sospensione sarà annotata sul fascicolo personale, ma non è un provvedimento disciplinare.