Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Morto l’otorino Luciano Paolucci. Il sindaco di Civitanova: «Grande umanità»

Originario di Filottrano era stato primario all'ospedale di Jesi fino al 2007. Dopo la pensione aveva continuato a svolgere la sua professione alla clinica Villa dei Pini

L'otorino Luciano Paolucci

CIVITANOVA – Lo stimato professionista, originario di Filottrano, aveva 73 anni ed era risultato positivo al virus circa un mese fa. L’otorino Luciano Paolucci si è spento ieri (mercoledì 2 dicembre) al Covid-center di Civitanova.

Dopo essere andato in pensione era coordinatore del reparto di otorinolaringoiatra della clinica Villa dei Pini di Civitanova. Precedentemente, dal 1993 al 2007 aveva lavorato all’ospedale di Jesi dove aveva ricoperto anche il ruolo di primario. Lo stimato professionista nella sua carriera ha effettuato circa 15mila interventi.

Tanti i messaggi di cordoglio che sono arrivati a seguito della notizia della sua morte. Tra questi c’è quello del sindaco di Civitanova Fabrizio Ciarapica. «Esprimo il mio cordoglio per la prematura e dolorosa scomparsa del dottor Luciano Paolucci a causa di questo maledetto coronavirus. Paolucci ha lottato per un mese fra la vita e la morte presso il nostro Covd-center – ha detto il primo cittadino della città costiera -. E così, da curante si è trovato ad essere curato ma purtroppo non ce l’ha fatta».

«Uno stimato professionista, otorinolaringoiatra, che seppur andato in pensione ha continuato a svolgere la sua attività nella clinica civitanovese Villa dei Pini. Non conoscevo personalmente Paolucci ma mi viene riferito dai suoi colleghi e da tanti pazienti che era un medico di una grande umanità e disponibilità – ha detto Ciarapica -. Che non si è tirato indietro nel momento del bisogno rimanendo ‘in trincea’ in questo periodo drammatico e ha continuato pervicacemente a compiere il proprio dovere curando le persone».

«A lui e ai medici come lui, al corpo infermieristico e agli operatori sanitari che con un alto senso deontologico sono impegnati nella ‘guerra’ al virus voglio dedicare il mio più sentito ringraziamento. Alla famiglia del dottor Paolucci e ai suoi colleghi di Villa Pini porgo le mie più sentite condoglianze anche a nome della nostra comunità» ha concluso il sindaco.