Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Macerata, morto a 59 anni dopo il vaccino: domani mattina l’autopsia

L'accertamento sul corpo di Luciano Bettucci sarà eseguito dal medico legale Roberto Scendoni su disposizione della procura. Il professionista dovrà stabilire la causa della morte e se ci sia stato un nesso tra il decesso e la dose di Pfizer inoculata il giorno precedente

L'obitorio dell'ospedale di Macerata

MACERATA – Domani mattina all’obitorio dell’ospedale di Macerata il medico legale Roberto Scendoni eseguirà l’autopsia sul corpo di Luciano Bettucci, l’ex panettiere di 59 anni maceratese morto improvvisamente nella sua abitazione in via Pace nel pomeriggio di martedì scorso. Il giorno precedente l’uomo aveva ricevuto la prima dose di vaccino (Pfizer) ed è per questo motivo che il pubblico ministero di turno, il sostituto procuratore Stefania Ciccioli, ha disposto l’accertamento irripetibile.

Il medico legale, infatti, dovrà accertare la causa della morte (al momento l’ipotesi è che a provocare il decesso del 59enne sia stato un infarto, ndr) e se ci sia un nesso di causalità tra la dose di vaccino inoculata e la morte dell’ex panettiere. A chiedere che venga fatta chiarezza su quella morte così improvvisa è la moglie di Bettucci, Elizabeth Chuchon: la donna martedì scorso era in casa quando ha sentito un rumore provenire dal bagno. Ha chiamato il marito ma invano, così ha raggiunto di corsa il bagno e lì ha trovato il coniuge riverso a terra. I soccorsi, chiamati immediatamente dalla donna, si sono rivelati inutili, i sanitari del 118 arrivati nell’abitazione non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo.

In via Pace martedì scorso sono intervenuti anche i carabinieri della Compagnia di Macerata. A loro Chuchon ha raccontato le ultime ore di vita del marito: nel tardo pomeriggio di lunedì Bettucci aveva ricevuto la prima dose di Pfizer, era tornato a casa e stava bene. Di notte però avrebbe iniziato ad avere una forte nausea, aveva rimesso tre volte e al mattino presto era stata chiamata la guardia medica. Il medico gli aveva somministrato un antiemetico e le sue condizioni erano migliorate, almeno momentaneamente.
Nel primo pomeriggio di martedì il medico aveva visitato il 59enne e gli aveva misurato la pressione (un po’ più alta del solito), poi Bettucci si era messo al letto, verso le 18.30 si era alzato, era andato in bagno e lì lo ha trovato senza vita la moglie.