Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Montefano, un milione in più per la ricostruzione della scuola post-sisma

L'ufficio del commissario Legnini ha aumentato a 2,4 milioni il contributo previsto. Il Comune ha reperito ulteriori fondi anche per la sistemazione di strade e per il rifacimento della piazza

MONTEFANO – Sicurezza stradale, con la riqualificazione di diverse arterie, il recupero di palazzo Pallotta, il rifacimento di piazza Bracaccini, ma soprattutto la realizzazione della nuova scuola “Falcone e Borsellino”. Sono questi alcuni dei principali interventi a cui sta lavorando l’ufficio tecnico comunale di Montefano (Mc) dopo che, grazie alla partecipazione a numerosi bandi, sono arrivate nuove risorse da investire.

«La soddisfazione più grande è vedere come, se ci si mette d’impegno, poi i risultati arrivano – spiega il sindaco Angela Barbieri -. Fin dal nostro insediamento abbiamo lavorato perché a Montefano venissero riconosciute valenze e peculiarità importanti da parte delle istituzioni, sia per la struttura cittadina che per il tessuto sociale ed imprenditoriale. E adesso, anche grazie all’incessante lavoro dell’ufficio tecnico, abbiamo molte risorse da investire e che ora ci chiameranno a una programmazione importante».

Uno dei risultati più importanti è stato il riconoscimento di un milione di euro in più che l’ufficio Ricostruzione post-sisma del commissario Legnini ha messo a disposizione per la demolizione e ricostruzione della scuola secondaria di primo grado “Falcone e Borsellino”. Il progetto, infatti, era stato inizialmente finanziato per 1,4 milioni e, invece, adesso il Comune avrà a disposizione 2,4 milioni. «Questo sarà sicuramente l’intervento più lungo e che richiederà maggiore dettaglio anche nella programmazione – aggiunge il sindaco -, mentre contiamo di poter andare più velocemente per la progettazione e i lavori di rifacimento di piazza Bracaccini, per cui il Gal Sibilla ha messo a disposizione 95mila euro».

Grazie al bando ministeriale per l’assegnazione di contributi agli enti locali per le spese di progettazione, definitiva ed esecutiva, relativa ad interventi di messa in sicurezza del territorio da rischi idrogeologici, di efficientamento energetico di scuole, edifici pubblici e per la messa in sicurezza delle strade, il Comune ha ottenuto 46mila euro. Poco più di 7mila saranno destinati per la progettazione definitiva ed esecutiva della messa in sicurezza di via Costanzi, altri 7.100 per la progettazione definitiva ed esecutiva del completo rifacimento della pavimentazione di corso Carradori e 32mila per la progettazione definitiva ed esecutiva dell’intervento di ristrutturazione e miglioramento sismico dell’edificio “Palazzo Pallotta” di proprietà del Comune.

Ulteriori 170mila euro serviranno per intervenire sul fronte del dissesto idrogeologico in via Costanzi e via Diaschi. «Il Comune, inoltre, dopo un lungo dialogo con l’ufficio Ricostruzione – conclude il sindaco – è riuscito a far rivalutare il livello operativo dei danni a palazzo Pallotta, con un conseguente aumento del contributo che verrà rideterminato. Nonostante il momento non sia facile, vorremmo far capire ai cittadini che stiamo andando avanti, trovando nuove risorse che devono affiancarsi a quelle comunali per la realizzazione dei progetti».