Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Montecassiano, l’avanzo di bilancio per sistemare le strade e realizzare la pista ciclabile

Il consiglio comunale ha approvato il rendiconto relativo allo scorso anno. Il voto contrario dell'opposizione è arrivato sulla variante per l'approvazione del progetto della pista ciclopedonale

Il sindaco di Montecassiano Leonardo Catena

MONTECASSIANO – Manutenzione di strade, impianti di illuminazione e il cofinanziamento della pista ciclabile. Sono questi i principali interventi che verranno finanziati con l’avanzo di bilancio 2020.

Il consiglio comunale, infatti, ha approvato ieri sera (27 aprile) il rendiconto relativo allo scorso anno che si è chiuso con un avanzo di 189mila euro che saranno impiegati: 100mila per interventi di manutenzione straordinaria delle strade, 35mila per il cofinanziamento secondo tratto della pista ciclabile in sostituzione di un mutuo, 20mila per la manutenzione straordinaria degli impianti di illuminazione e 25mila per la manutenzione straordinaria del patrimonio comunale.

Il Consiglio si è aperto con la sostituzione della consigliera Antonella Ricotta che aveva presentato le dimissioni nei giorni scorsi. «Ringrazio la consigliera Antonella Ricotta per il lavoro svolto e auguro buon lavoro alla neo consigliera subentrata Barbara Verdenelli», ha detto il sindaco Leonardo Catena aprendo la seduta.

Tra gli altri punti discussi anche l’impegno dei 158mila euro del fondo Covid per adeguare alcuni spazi esterni per la didattica delle scuole, per attivare una piattaforma telematica per la presentazione delle istanze all’Ente da parte dei cittadini e per potenziare il sistema di videosorveglianza all’interno dei giardini di Sambucheto.

Il voto contrario dell’opposizione, invece, è arrivato sulla variante per l’approvazione del progetto definitivo della pista ciclopedonale. «Siamo
davvero rammaricati che l’opposizione abbia votato contro questo importante progetto
– ha commentato il sindaco – che ha un costo di 660mila euro per un percorso di 3,8 km. Rispetto al progetto originario sono state accolte in parte le osservazioni pervenute ed è stata redatta un’apposita variante. È stato predisposto il vincolo preordinato all’esproprio sulle aree private da acquisire e, una volta acquisito il parere della Provincia, si procederà con gli atti di acquisizione».

Approvati anche il protocollo di intesa per la ValPotenza che vede la collaborazione di altri sei comuni (Recanati, Treia, Pollenza, Appignano, Montelupone e Montefano oltre Montecassiano) e un ordine del giorno congiunto per confermare la disponibilità a collaboratore con i medici di medicina generale per la vaccinazione anti Covid-19.