Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Monte San Giusto, 4,5 milioni in 3 anni per le opere pubbliche. «Priorità alla ricostruzione»

Oltre due milioni serviranno per il recupero e l'adeguamento sismico della casa di riposo e altri 500mila per il palazzo comunale

Monte San Giusto, il progetto della nuova scuola
Monte San Giusto, il progetto della nuova scuola

MONTE SAN GIUSTO – Il recupero e l’adeguamento sismico della casa di riposo sarà il progetto su cui l’amministrazione comunale concentrerà l’attenzione nei prossimi anni. Nel piano triennale delle opere pubbliche da poco approvato, infatti, su un importo complessivo di 4,5 milioni, ben 2,1 sono previsti in questa annualità per il recupero della struttura per anziani oramai inagibile dal sisma del 2016.

L'assessore ai lavori pubblici di Monte San Giusto, Claudia Re
L’assessore ai Lavori pubblici di Monte San Giusto Claudia Re

«In questo primo anno ci siamo concentrati in particolar modo sulla ricostruzione – spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Claudia Re – e, soprattutto, sulla casa di riposo. Purtroppo il Covid ci ha rallentato e anche l’iter burocratico è stato abbastanza complesso, ma adesso con la Soprintendenza stiamo chiudendo la progettazione esecutiva e poi ci sarà la gara per i lavori». Altri 500mila euro, invece, sono previsti nel 2021 per la progettazione della nuova scuola primaria e altrettanti per gli interventi di riparazione dei danni post sisma del palazzo comunale, mentre 170mila euro serviranno per la realizzazione dell’elisuperficie a Villa San Filippo.

Tra i progetti del 2021, 60mila euro saranno impiegati per l’illuminazione, 150mila per i lavori all’ex parco Monti Sala dove quest’anno verrà inaugurata l’area fitness e altri 140mila per completare l’efficientamento energetico alla scuola media. Tra le voci inserite per il prossimo anno, invece, 100mila euro serviranno per la sistemazione della tribuna dello stadio comunale di Villa San Filippo e altri 100mila euro per la manutenzione dei marciapiedi. Nel 2023, infine, tutte le attenzioni saranno concentrate sulle manutenzioni di strade (150mila euro) e marciapiedi (100mila euro).