Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Dalle Marche a Cibus 2021: ecco la qualità “fritta” o “infornata” della Cgm – VIDEO

Tra le aziende marchigiane presenti alla kermesse la CGM che opera nel settore surgelati con sede a Pollenza Scalo, nel Maceratese. «Difficoltà ma anche tanta voglia di andare avanti»

Giuseppino Marinangeli del Gruppo Cgm Surgelati

PARMA – Grande e meritato successo di Cibus a Parma, la rassegna che ha presentato (dal 31 settembre al 3 ottobre) le aziende che costituiscono il cuore della offerta agroalimentare di qualità italiana. Venticinque quelle marchigiane. Di questo cuore fanno ovviamente parte le Marche, che grazie al sostegno di Regione e della Camera di Commercio hanno partecipato in buon numero, 25 per la precisione, alla manifestazione.

Abbiamo girato anche noi e visitato alcuni stand. Il primo è stato quello di Cgm, azienda che opera nel settore surgelati con sede a Pollenza Scalo, nel Maceratese. Nata, nel 1986 dall’unione di professionalità ed esperienze maturate nella ristorazione commerciale, la CGM è fortemente motivata a proporre nel settore degli alimenti surgelati l’integrazione tra tradizione e ricerca gastronomica da un lato, e tecnologia industriale del “freddo” dall’altro. Opera dal mondo del catering e della ristorazione fino ad arrivare al bar.

A parlare di questa realtà Giuseppino Marinangeli del Gruppo Cgm Surgelati che spiega come nonostante il momento difficile dovuto alla pandemia «buoni segnali stanno arrivando dai mercati». E aggiunge: «C’è tanta voglia di andare avanti». Per quanto riguarda la produzione il Gruppo Cgm propone una linea da forno, una da friggere ed ora anche Gourmet per non rimane indietro rispetto alle esigenze. Mercato sempre più vasto con una buona, anzi ottima percentuale di esportazione. Un’azienda che nel tempo si è ampliata e che, con la capacità propria dei marchigiani, non vuole fermarsi. Peccato che da computer non si possa apprezzare il profumo della produzione come abbiamo fatto noi in presenza. Merito dunque a Camera di Commercio delle Marche, alla sua azienda speciale LINFA che sostiene il comparto ed alla Regione di sostenere quanti hanno voglia di andare avanti ed investire,