Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Mancato uso della mascherina e guida sotto effetto di droga: raffica di denunce e sanzioni nel Maceratese

Complessivamente sono state controllate 666 persone e 468 auto. Tre quelle denunciate per possesso di stupefacenti ai fini di spaccio e quattro quelle segnalate come assuntrici

carabinieri-notte

È il risultato dei servizi straordinari di controllo del territorio che nello scorso fine settimana hanno svolto le quattro Compagnie dei carabinieri del Comando provinciale di Macerata, diretto dal tenente colonnello Nicola Candido.

I militari delle Compagnie di Macerata, coordinati dal maggiore Roberto De Paoli; di Tolentino, guidati dal capitano Giacomo De Carlini; di Civitanova, coordinati dal capitano Massimo Amicucci e di Camerino, guidati dal capitano Roberto Nicola Cara, si sono concentrati sul rispetto delle norme del Codice della Strada e sulla verifica del rispetto delle prescrizioni dei Dpcm relativi all’emergenza pandemica in atto.

Il comandante provinciale dei carabinieri di Macerata, il tenente colonnello Nicola Candido

I carabinieri, dal mare fino alla montagna, hanno controllato in totale 666 persone e 468 vetture. Durante i controlli sono state denunciate, in stato di libertà, tre persone per guida in stato di ebbrezza alcolica e una per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti; quattro le patenti complessive ritirate. Cinquantuno sono invece state le violazioni rilevate al Codice della Strada e altrettante le multe effettuate; tre di queste per l’utilizzo del cellulare.

I carabinieri hanno anche denunciato, sempre in stato di libertà, tre persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in quanto trovate in possesso di droga mentre quattro sono stati i soggetti segnalati alla locale Prefettura come assuntori.

Durante i controlli sono state sanzionate anche alcune persone che non rispettavano le nuove disposizioni dei Dpcm ministeriali e delle ordinanze regionali. Ventotto le multe effettuate dai carabinieri principalmente per il mancato utilizzo della mascherina e per l’inosservanza dell’obbligo di non spostarsi in un comune diverso dal proprio. Infine c’è stato anche chi ha deciso di circolare tra le 22 di sera e le 5 del mattino, arco temporale nel quale, al momento, è previsto il coprifuoco.

I servizi straordinari del carabinieri del Comando provinciale di Macerata continueranno anche nei prossimi giorni su tutti il territorio.