Scooter elettrici Civitanova Marche MENCHI
Scooter elettrici Civitanova Marche MENCHI
Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Garden Europa Azienda Florovivaistica
Garden Europa Azienda Florovivaistica

Nel Maceratese quasi 700 contagi in più in una settimana. Un decesso alla Casa di riposo di Penna San Giovanni

Slitta al 10 gennaio il rientro a scuola nei Comuni di Tolentino e Mogliano. E, a Caldarola, il sindaco-farmacista fa i tamponi agli studenti per un rientro in classe in sicurezza

MACERATA – Sono i piccoli comuni a tenere duro nella lotta alla pandemia. A Bolognola, Castelsantangelo sul Nera, Monte Cavallo, Poggio San Vicino, Ussita, infatti, ieri (4 gennaio) non sono stati registrati positivi o persone in quarantena. Il numero dei contagiati in provincia, però, continua a crescere, 2.768 i positivi conteggiati ieri, quasi 700 in più in una settimana, visto che il 28 dicembre i positivi registrati erano 2.069. Sono 181, invece, i nuovi casi registrati ieri, rispetto al giorno precedente (3 gennaio).

Da segnalare la situazione di Penna San Giovanni dove da alcuni giorni diversi ospiti e alcuni dipendenti della casa di riposo “Burocchi” sono risultati positivi. Tre le infermiere contagiate, oltre a 24 ospiti (su un totale di 28) di cui due ricoverati all’ospedale di Macerata. Un’altra anziana che era risultata positiva, ma affetta anche da altri problemi di salute, è morta il 31 dicembre scorso. Isolati i pochi ospiti risultati negativi e sono arrivate le Usca in aiuto del personale.

Tra i comuni con il maggior numero di contagi c’è ancora Civitanova dove ieri sono stati registrati 488 positivi (il giorno prima erano 501) e 544 persone in isolamento, seguita da Macerata con 321 positivi (20 in meno rispetto al giorno precedente) e 378 persone in isolamento, Tolentino con 246 positivi e 304 persone in isolamento. Proprio in conseguenza dell’aumento dei contagi il sindaco di Tolentino, Giuseppe Pezzanesi, ha firmato un’ordinanza per sospendere le «lezioni nelle scuole di ogni ordine e grado per il 7 e 8 gennaio, quale misura finalizzata a contenere ulteriormente l’emergenza epidemiologica in corso». Stessa decisione anche da parte del sindaco di Mogliano, Cecilia Cesetti, che ha firmato un’ordinanza per il rientro in sicurezza in classe solo dal 10 gennaio. Ieri nel paese sono stati registrati 48 positivi. Una slittamento «in via prudenziale, per consentire, su base volontaria, la massima partecipazione allo screening previsto il 9 gennaio», precisa il sindaco.

Per quanto riguarda i contagi negli altri comuni, seguono Recanati con 179 positivi e 224 persone in isolamento, Potenza Picena con 149 positivi e 183 persone in isolamento, Porto Recanati con 113 positivi e 135 persone in isolamento, Corridonia con 106 positivi e 129 persone in isolamento, Treia con 104 positivi e 119 persone in isolamento, San Severino con 91 positivi e 98 persone in isolamento, Montecosaro con 72 positivi e 98 persone in isolamento, Pollenza con 66 positivi e 76 persone in isolamento, Montecassiano con 65 positivi e 72 persone in isolamento, Cingoli con 62 positivi e 86 persone in isolamento, Montelupone con 60 positivi e 69 persone in isolamento, Camerino con 58 positivi e 68 persone in isolamento, Morrovalle con 56 positivi e 74 persone in isolamento, Matelica con 55 positivi e 59 persone in isolamento, Monte San Giusto con 44 positivi e 46 persone in isolamento, Castelraimondo con 41 positivi e 46 persone in isolamento. Negli altri Comuni ci sono meno di 40 positivi.

Sarà il sindaco Luca Giuseppetti, che è anche farmacista, invece a fare i tamponi agli studenti di Caldarola in vista del rientro in classe, il 7 gennaio. «L’amministrazione comunale, per consentire a tutti i giovani della città il ritorno a scuola in piena sicurezza – precisa il sindaco – ha organizzato per la mattina del 6 gennaio, l’effettuazione di test antigenici rapidi, per tutti i bambini ed alunni frequentanti l’Istituto comprensivo “Simone de Magistris”. I tamponi, acquistati dal Comune in una struttura esterna al territorio, verranno effettuati a titolo completamente gratuito, nella sala “Tonelli”, dalle 8.30 alle 10.30 per bambini della scuola primaria, dalle 10.30 alle 12 per i ragazzi della scuola secondaria e dalle 12 alle 13.30 per i bambini della scuola dell’infanzia».

Due le persone ricoverate ieri in area intensiva (una a Macerata e una a Civitanova), mentre sono 15 (nove a Macerata e sei a Civitanova) quelle ricoverata in semi-intensiva. Per quanto riguarda il Pronto Soccorso, sono ricoverate 15 persone, due a Camerino, quattro a Macerata e nove a Civitanova.

Gradara d'Amare