Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Macerata, vaccinazioni a rilento per il personale della scuola

È partita questa mattina, primo marzo, all'oratorio di via Capuzi la nuova fase delle somministrazioni ma nelle prime ore solo poche prenotazioni

Il centro vaccinazione a Macerata

MACERATA – È partita questa mattina, primo marzo, all’oratorio di via Capuzi la nuova fase della vaccinazione di massa che interesserà professori e insegnanti. Una partenza a rilento, visto che nelle prime ore è stato solo uno il professore che si è prenotato. Lorenzo Raffo, insegnante al liceo classico “Leopardi” di Macerata, è entrato al centro vaccinazioni intorno alle 12.

«Non appena ci hanno detto che potevamo prenotarci – racconta – ho eseguito l’accesso al sito e mi hanno dato appuntamento per questa mattina. Fare la vaccinazione è molto importante perché siamo a contatto quotidianamente con tante classi diverse e potremmo essere soggetti asintomatici portatori del virus. Per cui avere una protezione è fondamentale».

Lorenzo Raffo primo insegnante vaccinato

Gli altri dieci prenotati della giornata sono previsti nel pomeriggio. Dodici i professori previsti anche per domani, poi, la vaccinazione entrerà a pieno regime. A rallentare la partenza, infatti è stato il sistema di prenotazione delle Poste che per questi primi due giorni non ha accolto più di 12 prenotazioni al giorno (corrispondenti a un flacone di vaccino Astrazeneca), ma da mercoledì si supereranno le 50 adesioni. Anche per questo tipo di farmaco è previsto un richiamo a distanza di 10-12 settimane.