Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Elezioni amministrative, Macerata si prepara al dopo Carancini: Parcaroli in testa

Dopo lo scrutinio di 8 sezioni su 44, il candidato di centrodestra è in vantaggio con il 54,57%, seguito da Ricotta del centrosinistra con il 31,30%

Il palazzo comunale di Macerata

MACERATA – Al via da questa mattina lo spoglio per le elezioni amministrative anche a Macerata dove la città è stata chiamata al voto per il rinnovo della giunta e del consiglio comunale.

Al momento su 8 sezioni scrutinate su 44, il centrodestra con il sindaco Sandro Parcaroli è in vantaggio con oltre il 50 per cento dei voti. 54,57% è la percentuale del candidato Parcaroli, 31,30% la percentuale del candidato del centrosinistra Narciso Ricotta e 9,64% per il candidato del Movimento 5 Stelle Roberto Cherubini.

In aumento l’affluenza per le elezioni amministrative di Macerata dove ha votato il 65,35% degli elettori aventi diritto; nel 2015 aveva votato il 59,01% in un’unica giornata di voto. L’affluenza, alle 12 di lunedì, era del 15,22%; alle 19 del 37,76% e alle 23 del 49,15%.

In cinque a contendersi la fascia tricolore del dopo Carancini a Macerata: Roberto Cherubini, candidato del Movimento 5 Stelle, è appoggiato dalla lista dei pentastellati, da MaceratAmica e da Macerata per l’Ambiente; il civico Alberto Cicarè è appoggiato da Strada Comune e da Potere al Popolo; Gabriele Micarelli dalla lista Macerata Lavora; il candidato del centrosinistra Narciso Ricotta dal Pd, Italia Viva, La Nostra Città, Macerata Insieme, Macerata Rinnova, Macerata Bene Comune, La Città di Tutti e I Moderati per Ricotta mentre il candidato del centrodestra Sandro Parcaroli dalla Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Nuovo CDU, Udc, Sandro Parcaroli Sindaco e Civici per il Popolo della Famiglia.

Nel caso in cui nessuno dei candidati dovesse raggiungere il 50% più uno si andrà al ballottaggio previsto per il 4 e 5 ottobre.

(notizia in aggiornamento)