Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Macerata, scritte “No vax” davanti alle scuole

Qualcuno ha agito davanti agli istituti di via Cioci”, al liceo scientifico “Galilei”, alla scuola materna di via Liviabella a Sforzacosta e sul muro del cimitero

La scritta comparsa davanti alla scuola di Sforzacosta

MACERATA – Diverse scritte con uno spray rosso contro i vaccini sono comparse l’altra notte in diverse zone della città. «I vaccini uccidono», «I vax uccidono», si legge, e accanto una “W” all’interno di un cerchio. Una sorta di firma che rimanda a un movimento molto popolare negli ultimi mesi su internet che, prendendo spunto dal film “V per vendetta” in cui si parla di una dittatura sanitaria imposta da una pandemia, si oppone ai vaccini e all’imposizione del Green pass da parte del governo.

Le scritte sono comparse nella notte tra giovedì e venerdì in diversi punti della città: in via Cioci, davanti al liceo artistico “Cantalamessa” e all’istituto economico “Alberico Gentili”, in via Manzoni davanti al liceo scientifico “Galileo Galilei”, di fronte all’ingresso della scuola materna di via Liviabella a Sforzacosta e sul muro del cimitero. I tecnici del Comune si sono subito messi al lavoro per cercare di coprire quanto prima le scritte, partendo da quelle di via Cioci, ma queste non sono sfuggite ai ragazzi che andavano a scuola, così come alle mamme che accompagnavano i loro figli all’istituto di Sforzacosta.

In via Cioci è intervenuta anche la Volante della polizia per cercare di raccogliere informazioni che possano ricondurre agli autori delle scritte. Verranno visionate anche le immagini delle telecamere che si trovano, in particolare, di fronte al liceo artistico, per verificare se abbiano inquadrato qualcuno.