Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Macerata: «Ripristinare i consigli di quartiere», la proposta firmata dalla Lega

Il consigliere Andrea Blarasin ha presentato una proposta di delibera di Consiglio che verrà discussa nelle prossime settimane. Ogni circoscrizione sarà composta da un massimo di 15 persone

Macerata, il consigliere Andrea Blarasin

Macerata – Ripristinare i consigli di quartiere come strumento di partecipazione attiva dei cittadini alla vita di Macerata e di vicinanza alle istituzioni. Era uno dei temi sui cui si era impegnato in campagna elettorale e ora Andrea Blarasin, consigliere della Lega, ha concretizzato la sua idea depositando una proposta di delibera di Consiglio, con tanto di regolamento dettagliato su come dovranno essere composti e funzionare, per chiedere la reintroduzione dei consigli di quartiere, di fatto soppressi per i Comuni con meno di 250mila abitati dalla Finanziaria del 2010.

«I consigli di circoscrizione rappresentano quel collegamento intermedio che consentiva una rapida soluzione ai piccoli e grandi problemi locali (dal taglio dell’erba o la buca sotto casa fino ad arrivare al progetto di quartiere da sottoporre al Comune) – spiega Blarasin – e permettevano una maggiore partecipazione della comunità alla vita politica e culturale della città. In ogni quartiere, infatti, vanno garantiti quei servizi essenziali e quelli necessari al benessere di chi ci abita».

La proposta di delibera è stata sottoscritta dall’intero gruppo consiliare della Lega e ora verrà sottoposta al parere del segretario comunale, per passare poi all’esame di capigruppo ed essere inserita nel calendario dei lavori del Consiglio. Le circoscrizioni che si andrebbero a ripristinare sono sei: quelle del quartiere Pace – corso Cairoli – Santa Lucia e rione Marche; quartiere Centro – via Mameli – corso Cavour e via dei Velini; quartiere via Roma – Santa Croce – San Francesco e Collevario; Piediripa, Sforzacosta e Villa Potenza. Ogni circoscrizione sarà composta da un massimo di 15 persone scelte tra i residenti che abbiano compiuto almeno 18 anni.