Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Macerata, riapre la biblioteca. «Nelle sale fino a 23 persone»

Obbligatorio l'utilizzo delle mascherine e la misurazione della temperatura. L'assessore Cassetta: «Un primo segnale di ritorno alla normalità»

MACERATA – La città si riappropria di un un altro “pezzo di normalità”, perché da questa settimana è possibile tornare a leggere e studiare alla biblioteca Mozzi Borgetti. Il palazzo di piazza Vittorio Veneto ha riaperto, ma con regole rigide per quanto riguarda il rispetto delle norme anticontagio. Oltre alla misurazione dell temperatura all’ingresso e all’obbligo di indossare la mascherina sia nelle sale che per ogni spostamento, infatti, non potranno entrare più di 23 persone.

«Dopo i musei riapre anche la biblioteca – commenta l’assessore alla Cultura, Katuscia Cassetta –  e questo è un primo segnale di ritorno alla normalità. Nel rispetto delle norme anticontagio ci auguriamo che i luoghi di arte e di cultura tornino a essere frequentati perché rappresentano spazi unici di ripartenza dopo la chiusura forzata e luoghi fondamentali per lo sviluppo sociale, intellettuale ed economico della città».

La sala delle Terme sarà aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.30 e dalle 14 alle 18.30. La biblioteca rimarrà chiusa, invece, dalle 13.30 alle 14 per consentire le operazioni di igienizzazione. Il sabato, dalle 9 alle 13, invece, si eseguirà solo il prestito dei libri.

Restano chiuse le sale dedicate ai bambini ma, per marzo, verranno organizzati una serie di appuntamenti in streaming con laboratori proprio dedicati ai più piccoli.