Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Macerata: rallentano i contagi, ma cresce la pressione sugli ospedali

Tra i Comuni Covid free resiste solo il piccolo borgo di Monte San Martino. Una vittima registrata dal Servizio sanitario della Regione. Il punto sulla provincia

Immagine di repertorio

MACERATA – Dopo oltre due settimane in zona rossa l’andamento dei contagi in provincia di Macerata comincia a rallentare, ma non ancora a scendere, rimanendo oltre quota 3.260 positivi, sostanzialmente in linea con quanto registrato una settimana fa.

Scende anche l’incidenza dei positivi, 88 quelli registrati ieri (23 marzo) contro il picco di 154 che si era registrato sette giorni fa. Questo permette alla provincia di non detenere più “la maglia nera dei contagi”, ma di assestarsi dietro Ancona, dove ieri sono stati registrati 112 nuovi positivi e Pesaro dove, invece, i nuovi positivi sono stati 95. In calo anche le vittime, anche se ancora il dato non si riesce ad azzerare. Ieri, infatti, il Covid ha ucciso una donna di 78 anni di Civitanova ricoverata all’ospedale di Jesi.

Tra i Comuni Covid free resiste solo il piccolo borgo di Monte San Martino, perché a Castelsantangelo sul Nera sono stati registrati i primi positivi (comunque casi inferiori a cinque, secondo quanto riportato ieri dal report del Servizio sanità della Regione).

A preoccupare, però, è la situazione dei ricoveri in ospedale che continuano a crescere: 28 le persone che si trovano nel reparto di terapia intensiva del Covid center di Civitanova, contro le 21 di una settimana fa, a cui si aggiungono altrettante ricoverate nel reparto di semi-intensiva. Dieci sono quelle presenti nel reparto di semi-intensiva all’ospedale di Macerata (più uno rispetto a sette giorni fa) e otto all’ospedale di Civitanova. Sono 38 (più quattro rispetto alla settimana scorsa), infine, i malati che si trovano ricoverati al pronto soccorso, di cui 21 a Macerata e 17 a Civitanova.

Nonostante un calo di quasi trenta positivi, il Comune con il più alto numero di contagi resta Civitanova dove ieri (23 marzo) sono state registrate 493 persone in quarantena, di cui 375 positivi, contro i 403 positivi di sette giorni fa. Poco dietro ci sono Macerata con 390 persone in quarantena, di cui 269 positivi (sette giorni fa erano 272); Recanati con 375 persone in quarantena, di cui 255 positive (contro i 231 di una settimana fa).

Sale purtroppo al quarto posto tra i Comuni con il maggior numero di contagi, Matelica dove ieri le persone in quarantena erano 275, di cui 235 positive contro le 216 registrate una settimana fa. Seguono Potenza Picena con 312 persone in quarantena, di cui 227 positive (contro le 211 di sette giorni fa); Cingoli con 270 persone in quarantena, di cui 179 positive (contro le 130 di una settimana fa); Tolentino con 244 persone in quarantena, di cui 174 positive (contro le 170 di una settimana fa); Montecosaro con 191 persone in quarantena, di cui 143 positive (contro le 156 di una settimana fa); Porto Recanati con 199 persone in quarantena, di cui 138 positive (contro le 137 di una settimana fa); Corridonia con 180 persone in quarantena, di cui 136 positive (contro le 147 di una settimana fa) ed Esanatoglia con 129 persone in quarantena, di cui 113 positive (contro le 128 di una settimana fa). Tutti gli altri Comuni presentano meno di cento positivi.