Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Macerata, museo dedicato a Dante Ferretti. Il consigliere Miliozzi incalza: «Il maestro è disponibile a collaborare»

Del museo si parla da anni, ma nulla si è mai concretizzato. Il consigliere di opposizione ha presentato una mozione che verrà discussa nel prossimo Consiglio

MACERATA – Un museo dedicato a Dante Ferretti: il progetto è sempre nell’aria, ma fatica a concretizzarsi. Ma chi da sempre porta avanti questa idea c’è il consigliere di opposizione David Miliozzi (Macerata Insieme) che pungola nuovamente l’amministrazione presentando una mozione che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale.

Nel testo, sottoscritto anche dai consiglieri Elisabetta Garbati (Macerata Rinnova), Andrea Perticarari e Alessandro Marcolini (Pd) e Ulderico Orazi (Italia Viva), si chiede che l’amministrazione si impegni a individuare uno spazio opportuno per la creazione del “Progetto Dante Ferretti”, oltre a creare in sinergia con Università, Accademie, Istituti scolastici, Regione Marche, fondazioni ed enti, istituzioni pubbliche o private, imprese, un polo di alta formazione artistica con spazio espositivo e laboratoriale annesso, incentrato sulla figura del premio Oscar maceratese.

«Il maestro Dante Ferretti ha mostrato ripetutamente la sua disponibilità a collaborare all’Istituzione di un museo a lui dedicato nella sua città di origine e insieme a sua moglie Francesca Lo Schiavo ha più volte dichiarato la volontà di mettere a disposizione le proprie enormi competenze maturate in questi anni – spiega Miliozzi – e, nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) gli investimenti previsti per la cultura ammontano a 4,27 miliardi, mentre i restanti 1,46 miliardi sono finalizzati al “Piano strategico Grandi attrattori culturali”. Un progetto come quello dedicato a Ferretti, quindi, diventerebbe un punto di riferimento per le eccellenze del nostro territorio diventando un volano di richiamo internazionale». Il consigliere sottolinea anche come a un museo dedicato a Ferretti potrebbero essere interessati a partecipare anche imprenditori locali.