Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Macerata, impianti di ventilazione nelle scuole di Villa Potenza. «Due ricambi d’aria ogni 40 minuti»

Il Comune ha partecipato a un bando regionale e si è aggiudicato 63mila euro che saranno utilizzate nelle scuole "Anna Frank" e "Helvia Recina"

MACERATA – Un finanziamento di 63mila euro per installare 13 impianti di ventilazione meccanica controllata all’interno della scuola primaria “Anna Frank” e dell’infanzia “Helvia Recina”. Il Comune, infatti, ha partecipato a un bando regionale per installare impianti nuovi negli istituti scolastici e ridurre quasi totalmente le particelle infette nell’aria, garantendo la salubrità degli ambienti. L’installazione di questi apparecchi, infatti, è utile nell’immediato quale efficace strumento di contrasto al Covid-19, ma lo sarà in futuro anche contro il diffondersi dei virus influenzali e, in generale, per il benessere psico-fisico degli studenti.

«Gli impianti permettono due ricambi completi d’aria ogni 40 minuti – spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Andrea Marchiori – con la particolarità che l’aria viene prelevata dall’esterno, filtrata e immessa nelle aule allo stesso livello di calore che aveva in precedenza, per cui i ragazzi avranno sempre aria pulita senza essere sottoposti ad alcuna escursione termica. L’accensione degli impianti non sarà centralizzata, per cui in ogni aula si potrà accendere l’impianto solo quando serve, senza sprechi di energia».

Ad aggiudicarsi l’appalto è stata la ditta Ardente impianti di Montesilvano che, entro il mese di agosto, completerà i lavori di installazione degli impianti. E, nella provincia di Macerata, oltre a quello del capoluogo sono state finanziate dalla Regione le richieste dei Comuni di Apiro, Appignano e San Severino.

«La scorsa settimana ho partecipato a un convegno sul tema in cui è stato spiegato che questi impianti permettono un’areazione ancora migliore di quella che si avrebbe aprendo le finestre – conclude Marchiori –. Per questo c’è una grande richiesta da parte delle scuole e siamo orgogliosi di aver avviato questo progetto virtuoso».