Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Macerata, Covid-19: trentamila euro per dare sostegno a persone e famiglie fragili

Lo ha deliberato nei giorni scorsi la Giunta comunale seguendo l’intervento dell’assessorato alle Politiche Sociali del Comune coordinato dal vice sindaco Francesca D’Alessandro

Il vicesindaco Francesca D'Alessandro
Francesca D'Alessandro

Macerata – Un finanziamento di 30mila euro per sostenere le famiglie in difficoltà economica a causa della pandemia. Continua l’azione di sostegno da parte dell’amministrazione che, dopo aver avviato il progetto “Il grande cuore di Macerata” che unisce fondi pubblici a una campagna di crowdfunding, ora ha deliberato anche un nuovo finanziamento per consentire a tutte le famiglie di poter accedere a quegli strumenti tecnologici, come pc tablet o connessioni a internet, diventati fondamentali in questi mesi di didattica a distanza.

«Per molti bambini e ragazzi c’è stato un annullamento delle relazioni con gli educatori – spiega l’assessore ai Servizi sociali, Francesca D’Alessandro -, abbiamo assistito, a seguito delle norme ministeriali, alla sospensione della frequenza dei centri di aiuto ai compiti, dei momenti di aggregazione e delle attività ludiche e sportive. La stessa situazione è stata evidenziata nelle relazioni tra adulti e, laddove le coppie erano soggette a tensioni relazionali, si sono viste costrette a mantenere rapporti che, con la convivenza forzata in casa, hanno visto aumentare la conflittualità. È per questa serie di motivi che l’intervento si rivolge in modo particolare alle famiglie con minori in situazione di fragilità educativa e relazionale o segnalati dal contesto scolastico per il rischio di esclusione scolastica o difficoltà di accedere all’utilizzo dei supporti tecnologici per la didattica a distanza – ha concluso l’assessore D’Alessandro -. Il sostegno, infine, è indirizzato anche alle persone che hanno visto aggravata la loro già precaria condizione socio-economica e psicologica a causa dell’emergenza Covid e non riescono a far fronte ai bisogni essenziali».

Oltre a questi strumenti, continua anche la distribuzione dei buoni spesa erogati dal governo: 220mila euro il fondo complessivo messo a disposizione del Comune di Macerata e oltre 700 le domande delle famiglie accettate e già evase in questi mesi.