Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Macerata, approvato il progetto esecutivo delle piscine. «Ora finalmente i lavori»

La giunta ha dato il via libera al progetto per l'area delle Casermette. Il nuovo polo si svilupperà su due piani e sarà dotato di due vasche

MACERATA – Approvato il progetto esecutivo, nelle prossime settimane potrà partire il cantiere per la realizzazione delle piscine nell’area delle Casermette. Dopo anni di discussioni, progetti rinviati e definizione di nuove aree in cui realizzare l’impianto sportivo, questa volta forse ci siamo perché la giunta ha approvato il progetto esecutivo. Il prossimo passo sarà la consegna del cantiere alla Torelli Dottori spa che si è aggiudicata l’appalto a gennaio dello scorso anno. «Con l’approvazione dell’esecutivo si chiude la complessa fase di verificazione del progetto – ha spiegato l’assessore ai Lavori pubblici, Andrea Marchiori -. Ora potranno finalmente partire i lavori per la costruzione del nuovo impianto natatorio. Si aggiunge così un’altra importante opera in cantiere per la città. Anche in questo caso parliamo ai maceratesi con i fatti».

Il nuovo polo, che si svilupperà su due piani, sarà dotato di un impianto natatorio per le attività corsuali-didattiche e agonistiche a livello nazionale oltre a una palestra e una sala conferenze. L’impianto sarà accessibile in continuità con la viabilità a servizio dei due edifici scolastici Mestica e Alighieri e sarà dotato di un’area parcheggio dedicata oltre agli spazi di sosta per i mezzi di soccorso e quelli riservati agli addetti ai lavori. Il progetto si compone di due corpi di fabbrica collegati da un lungo corridoio coperto.

Il corpo più basso accoglierà le vasche della piscina, quello più alto il blocco servizi (ricezione e spogliatoi). Al
piano primo di quest’ultimo ci sarà la palestra polivalente lunga 25.35 metri, larga 16.30 e alta poco più di sei metri, con i relativi spogliatoi, al primo piano la zona ristoro, al secondo piano la sala riunioni e conferenze e i locali di servizio mentre al piano interrato e al piano terra i locali tecnologici quali la vasca di compenso delle piscine, la centrale termica e l’impianto di filtrazione e sanificazione acque delle piscine. Per quanto riguarda il corpo più basso, questo ospiterà una vasca costituita da otto corsie, con dimensioni 25 per 16,5 metri e destinata alle attività corsuali e agonistiche e una seconda vasca, dedicata alle attività ludico-ricreative, che avrà dimensioni di 6 per 16,5 metri. «Particolare attenzione è stata dedicata all’illuminazione naturale con l’installazione di ampie vetrate – spiegano dal Comune -. Nell’area vasca sarà presente anche una gradinata destinata ad accogliere 190 spettatori».