Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Macerata, addio allo storico allenatore di calcio a 5. «Gianni Bisio era uno di noi»

Aveva 77 anni, domani il funerale. Il ricordo del Cus: «Solo apparentemente burbero, aveva sempre una battuta sarcastica e particolari sfottò per i suoi allievi prediletti»

Macerata, Gianni Bisio è morto a 77 anni

MACERATA – Si svolgerà domani (30 luglio), alle 9 nella chiesa del Sacro Cuore, il funerale di Gianni Bisio, morto ieri mattina, a 77 anni, per l’aggravarsi di una malattia contro cui combatteva da tempo. Storico allenatore del calcio a 5, ha lasciato un grande vuoto nella famiglia del Cus Macerata, che ha voluto ricordarlo con affetto.

«Non ha mai ricoperto ruoli dirigenziali qui, ma Bisio era uno di noi – ricorda la società -. Da almeno trent’anni dire Gianni Bisio significava dire Cus Macerata. Primo allenatore della nostra squadra di calcio a 5 (pochi i team in zona allora) nel 1992, è con lui in panchina che conquistammo la serie B nazionale nel 1998 e pure la medaglia d’argento in uno dei tanti Campionati nazionali universitari nei quali è stato selezionatore della rappresentativa di via Valerio. Negli anni ha stretto un rapporto d’amicizia bellissimo col presidente della polisportiva Antonio De Introna. Fino a pochi mesi fa era abitudine vederlo fare una visita qui negli uffici, chiacchierare con “Totò” fumando gli immancabili sigari prima di andare a pranzo assieme. Solo apparentemente burbero, aveva sempre una battuta sarcastica e particolari sfottò per i suoi allievi prediletti, Tommaso Bacosi e Michele Zampolini (che aveva avuto come giocatori)».

Biscio lascia i figli Chiara e Luca. La camera ardente è stata allestita all’ospedale di Macerata.