Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Macerata, 68 candidature per diventare il nuovo direttore artistico dello Sferisterio

Chiuso il bando per scegliere il successore di Barbara Minghetti. Il 16 dicembre fissati i colloqui. Previsto un compenso di 50mila euro l'anno

Sferisterio
Lo Sferisterio di Macerata

MACERATA – Il Macerata Opera Festival alla ricerca di un nuovo direttore artistico dopo l’addio di Barbara Minghetti. E, al bando aperto dall’Associazione Sferisterio hanno risposto in 68 inviando curriculum e progetti che ora dovranno essere esaminati dal consiglio di amministrazione e dal sovrintendente Luciano Messi, a cui è stato recentemente prolungato il contratto fino a settembre del prossimo anno.

Delle 68 candidature arrivate, 48 sono state ritenute valide e 20 non ammissibili. Ora il prossimo appuntamento è fissato per il 16 dicembre quando si terranno i colloqui dei candidati ritenuti più rispondenti alle esigenze del Mof. Tra la caratteristiche richieste al nuovo direttore, che dovrà avere un’ottima conoscenza della lingua italiana e una buona conoscenza dell’inglese, c’è quella di aver «maturato una specifica competenza ed esperienza in incarichi di direzione artistica, o comunque concernenti l’ideazione, l’organizzazione o il coordinamento artistico di festival, stagioni ed eventi di livello nazionale o internazionale – si legge nel bando -, preferibilmente presso fondazioni lirico sinfoniche, teatri di tradizione, festival riconosciuti per legge come festival di assoluto prestigio o altri enti similari, anche stranieri». Tra gli elementi che saranno oggetto di valutazione anche il possesso di un diploma in Conservatorio.

Previsto un compenso di 50mila euro l’anno, oltre al rimborso delle spese vive, concordate e documentate, per gli spostamenti da e per Macerata e per la permanenza in città, per un massimo di 8mila euro l’anno.