Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Incendio a Caldarola, i Carabinieri salvano un anziano dalle fiamme

Il rogo sarebbe divampato perché l'87enne stava bruciando alcune sterpaglie. L’uomo e i due militari sono rimasti intossicati. A dare l'allarme gli stessi Carabinieri

MACERATA – Un rogo per bruciare le sterpaglie sarebbe all’origine del vasto incendio che si è sviluppato ieri, 25 aprile, a Valcimarra nella campagna di Caldarola. Un anziano di 87 anni è stato salvato dalle fiamme grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri.

Erano circa le 12 di ieri, infatti, quando la pattuglia durante un giro di perlustrazione ha notato l’alta colonna di fumo che saliva dalla collina. I due Carabinieri si sono avvicinati per verificare che l’incendio fosse sotto controllo e, prima di chiamare i Vigili del Fuoco, si sono accorti che c’era una sagoma riversa a terra.

I due militari non ci hanno pensato un attimo e si sono gettati oltre la colonna di fumo per recuperare l’anziano e lo hanno portato in una zona sicura e lontana dalle fiamme. Nel frattempo sul posto sono arrivati altri Carabinieri, i Vigili del Fuoco e gli operatori sanitari. L’87enne è stato portato all’ospedale di Tolentino dove è stato sottoposto alle prime cure, ma non è in pericolo di vita. Anche i due Carabinieri, tra cui il comandante della stazione di Caldarola Patrizio Tosti, sono stati controllati perché hanno riportato un’intossicazione da fumo.

Per spegnere l’incendio, oltre a diverse squadre delle Fiamme Rosse arrivate da Camerino, Tolentino e Macerata, è stato anche necessario l’intervento di un Canadair.