Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Giurisprudenza dell’Università di Macerata entra nella rete dei Dipartimenti di Eccellenza

L’intesa permetterà di chiamare a Macerata qualificati docenti internazionali a tenere lezioni e seminari e di sviluppare attività di alta ricerca in collaborazione con altri atenei

Stefano Pollastrelli, Università di Macerata
Stefano Pollastrelli

MACERATA – Il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Macerata è entrato a far parte della rete italiana dei dipartimenti di Eccellenza che ha visto nella prima riunione costitutiva la partecipazione del ministro dell’Università Gaetano Manfredi.

«Si tratta – spiega il direttore Stefano Pollastrelli – di un importante riconoscimento per il Dipartimento di Giurisprudenza, che dovrà sviluppare fasi di sperimentazione di alta ricerca su importanti cluster e di didattica innovativa, con la collaborazione di prestigiosi Dipartimenti italiani e stranieri».

Il progetto, unico nel suo genere, in “Diritto e Innovazione. Europa e Cina sulla sfida della globalizzazione“, che è stato molto apprezzato ed è valso il riconoscimento ministeriale di Dipartimento di eccellenza, sarà ulteriormente intensificato dal Comitato di Governance, coordinato dal prof. Ermanno Calzolaio, per consentire agli studenti e dottorandi di Giurisprudenza di sviluppare innovativi ambiti di ricerca. «Verranno chiamati a Macerata – annuncia Pollastrelli – qualificati e importanti docenti di Università straniere a tenere lezioni e seminari su specifici settori del diritto e nuove tecnologie».

Il Dipartimento conferma così la sua vocazione all’internazionalizzazione, offrendo percorsi formativi in lingua inglese o a titolo multiplo con atenei francesi, e la sua attenzione alle esigenze di nuove competenze, con corsi di laurea sulle nuove tecnologie, sul diritto dei trasporti, sui servizi sociali o sulla criminologia, che affiancano gli ambiti più tradizionali della formazione giuridica.