Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Giovani che investono sul territorio: taglio del nastro per “Le Bocce” a San Severino

Il sindaco Rosa Piermattei si è complimentata con i tre giovani che hanno rinnovato lo spazio della Società Bocciofila. E loro rispondono: «Lo abbiamo fatto anche per i giovani sperando e per dare loro un bel luogo di ritrovo»

Da sinistra Lorenzo, Cristiano e Stefano

Una settimana intensa e piena di lavoro per Cristiano, Stefano e Lorenzo, i nuovi titolari de “Le Bocce”, la rinnovatissima attività a San Severino Marche ospitata nella sede dell’associazione sportiva dilettantistica Società Bocciofila, in viale della Resistenza.

«Sta andando molto bene per ora anche se era prevedibile, credo, data la novità – ci racconta Stefano -. Tutto è partito dalla nostra amicizia e ci siamo ritrovati a fare tutto all’ultimo. Il 14 dicembre la vecchia gestione ha chiuso, noi a gennaio siamo partiti con i lavori e il 10 di febbraio abbiamo inaugurato».

«È bastato uno sguardo e ci siamo subito capiti; non c’è stato bisogno di parlare molto per decidere di intraprendere questa avventura – spiega Stefano -. Alla Bocciofila ci siamo cresciuti e siamo sempre stati dei grandi amici. Lorenzo era il titolare della Birreria del Borgo mentre Cristiano era un suo dipendente; io facevo tutt’altro, vendevo piastrelle e camini. Quando abbiamo saputo che la vecchia gestione lasciava abbiamo iniziato a pensarci su e abbiamo deciso di portare avanti l’impresa anche per dare origine a un ricambio generazionale. Quindi abbiamo allestito la sala con la stecca da biliardo e il biliardino e ci siamo dotati di un secondo proiettore per vedere le partite nei 170 metri quadri di locale a nostra disposizione».

«Abbiamo deciso di mantenere aperta una struttura importante e lo abbiamo fatto anche per i giovani sperando e per dare loro un bel luogo di ritrovo; speriamo ora di vincere la scommessa» ha concluso Stefano.

Per il taglio del nastro del nuovo progetto di Stefano Corridoni, Cristiano Borri e Lorenzo Primucci sono intervenuti anche il sindaco di San Severino Rosa Piermattei, l’assessore comunale allo sport Paolo Paoloni, il presidente della Società Bocciofila Filippo Coppari e il presidente del Rione Settempeda Daniele Prato.

Il primo cittadino settempedano ha voluto personalmente ringraziare i tre giovani per aver scommesso, come altri giovani negli ultimi mesi, sulla loro città e sul territorio.