Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

La Fondazione Andrea Bocelli dona mascherine al Covid-Hospital di Camerino

A consegnare i dispositivi di protezione individuale è stato il direttore dell’Area Vasta 3 Alessandro Maccioni. Sopralluogo del sindaco Sandro Sborgia nei container del quartiere Vallicelle per consentire di utilizzare le strutture al personale sanitario

Il sindaco Sandro Sborgia e il direttore Area Vasta 3 Alessandro Maccioni

CAMERINO – Ancora un messaggio di solidarietà e vicinanza da parte della Fondazione Andrea Bocelli che ieri ha donato le prime 400 mascherine al Covid-Hospital di Camerino e che oggi ne consegnerà altre 2mila. A consegnare ieri la prima tranche dei dispositivi di protezione individuale al sindaco Sandro Sborgia e agli operatori sanitari che si trovano in prima linea è stato il direttore dell’Area Vasta 3 Alessandro Maccioni.

La Fondazione Andrea Bocelli, che a Camerino sta portando a termine la costruzione della nuova Accademia della Musica (dopo che, in passato, ha ricostruito le scuole di Sarnano e Muccia), nei giorni scorsi aveva anche lanciato una raccolta fondi, appoggiata poi anche dall’influencer Chiara Ferragni e dal rapper Fedez, che ha permesso di raggiungere il traguardo dei 100mila euro da destinare all’ospedale di Camerino. Con i soldi raccolti la Fondazione ha già acquistato quattro respiratori per il nosocomio della città ducale.

«Non finiremo mai di ringraziare la Fondazione Bocelli per quanto sta facendo – le parole del primo cittadino Sandro Sborgia -. Un pensiero di vicinanza costante che non si limita al terremoto; è l’ennesima occasione in cui la Fondazione Bocelli mostra tutta la sua sensibilità nei nostri confronti e il nostro grazie è e sarà infinito».

«Essendo la prima consegna di mascherine da parte della Fondazione Bocelli ho voluto farla personalmente – le parole del direttore Maccioni -. È un momento di grande difficoltà e criticità, ma ci auguriamo che passi presto. Porto il ringraziamento alla Fondazione Bocelli anche da parte del presidente della regione Marche Luca Ceriscioli e del direttore generale Nadia Storti».

È possibile comunque continuare a donare fondi per l’ospedale di Camerino al seguente link: https://www.gofundme.com/f/wk67wc-abfxcamerino.

Questa mattina il sindaco ha anche effettuato un sopralluogo presso i container del quartiere Vallicelle che potrebbero essere destinati agli infermieri impegnati in prima linea. «I due proprietari delle strutture hanno manifestato al momento la loro disponibilità e attendiamo che il tutto diventi effettivo – le parole del sindaco -. Ho chiesto ai proprietari, in questo primo momento, di concedere le strutture in comodato gratuito e poi, se la Protezione Civile regionale e nazionale intenderà acquistarle per l’utilizzo effettivo, formalizzerà il contratto».

«Abbiamo deciso di portare avanti questo progetto per permettere agli operatori sanitari che si trovano in prima linea di avere degli ambulatori o meglio degli alloggi dove poter tornare la sera e per evitare che percorrano chilometri e chilometri, ogni giorno, per tornare a casa» ha concluso Sborgia.

Una proposta che era arrivata, per il personale sanitario del Covid-Hospital di competenza, anche dal sindaco di Civitanova Fabrizio Ciarapica.