Centro Pagina - cronaca e attualità

Macerata

Falso disinfettante contro il coronavirus pronto per essere venduto online: denunciato imprenditore di Civitanova

Nella rete delle Fiamme Gialle un'azienda della città rivierasca che opera nel settore chimico. I prodotti stoccati negli uffici della società, erano privi di autorizzazione ministeriale

I flaconi di spray disinfettante sequestrati dai finanzieri

CIVITANOVA MARCHE- Frode nel commercio di prodotti igienizzanti: denunciato il titolare di una ditta di Civitanova.

Gli uomini delle Fiamme Gialle della città rivierasca, guidati dal capitano Tiziano Padua, hanno scoperto degli strani affari dell’azienda dopo un’attenta analisi dei social network e del marketplace di Facebook, inserendo come chiave di ricerca alcune delle parole più utilizzate in questo periodo di emergenza.

Individuata l’impresa, che opera nel settore chimico, hanno proceduto con un’ispezione e, in prima battuta, hanno rinvenuto, stoccati negli uffici della società, 169 flaconi di spray di diverse capacità (100ml e 200ml) che contenevano solo acqua ossigenata e che erano pronti per la messa in vendita sul mercato in assenza di un titolo autorizzativo ministeriale, necessario nel caso di commercio di prodotti con effetti germicidi e battericidi. I flaconi da 100ml venivano venduti a 5,90 euro mentre quelli da 200ml a 9,90 euro.

I flaconi di spray sequestrati pronti per essere venduti

La conseguente perquisizione, in flagranza di reato, estesa anche ai computer aziendali, ha permesso di recuperare alcuni file di immagini che erano utilizzate per la stampa di volantini illustrativi delle proprietà disinfettanti contro il virus, ovviamente falsi e “fatti in casa” dal titolare dell’azienda.

I finanzieri hanno rinvenuto anche un ulteriore contenitore con 700 litri dello stesso prodotto, destinati a essere confezionati sempre in flaconi spray e che avrebbero fruttato 3.500 euro.

Tutti i prodotti sono stati sequestrati e il legale rappresentante della società, un uomo di 44 anni, che operava da solo, è stato denunciato alla procura della Repubblica di Macerata per il reato di frode nell’esercizio del commercio.

L’operazione di servizio si inserisce nel più ampio dispositivo di controllo del territorio, attuato dalla Guardia di Finanza sia per garantire la più stretta osservanza delle vigenti disposizioni legate al contenimento dell’emergenza sanitaria in corso e quindi a salvaguardia della salute dei cittadini sia al contrasto di condotte marcatamente illegali e fraudolente che abbiano correlazione con la stessa emergenza. Inoltre le Fiamme Gialle operano per portare avanti la repressione di ogni forma di illecito connesso a fenomeno di concorrenza leale e di speculazione.